SPETTACOLO

FOTO Ferragosto a teatro: a Candela Maurizio Casagrande

Ferragosto a teatro: a Candela Maurizio Casagrande

CANDELA,

 

Maurizio Casagrande racconta cinquant’anni di vita attraverso la musica, nel nuovo spettacolo “… E la musica mi gira intorno”, in scena a Candela il 15 agosto in p.zza Plebiscito alle 22.00, con ingresso libero. In questa rappresentazione l’attore partenopeo ripercorre la sua esistenza in maniera brillante e divertente. Ogni canzone riproposta da Maurizio Casagrande, dalle due coriste e dalla band alle sue spalle, gli dà lo spunto per raccontarsi, per riproporre al pubblico in sala piccoli aneddoti, ricordi e pezzi della propria vita. Scritto a quattro mani con Francesco Velonà, lo spettacolo “… E la musica mi gira intorno”, contiene anche momenti di pura comicità con i “battibecchi” tra l’attore partenopeo e Peppe Fiore, simpatica macchietta che si intromette spesso nella rappresentazione.

Intervistato per lo spettacolo “… E la musica mi gira intorno”, Maurizio Casagrande ha spiegato l’epifania dell’idea di questo show:  “Ho giocato su questa cosa, facendo un viaggio in treno, ho letto una frase su una rivista che diceva: ‘un uomo senza passato è un uomo senza futuro’. E il mio amico mi disse: tu allora sei un uomo morto? E mi sono detto di ricostruire il mio passato attraverso le canzoni. Attraverso il cinquantennio, racconto in musica la mia vita e in realtà la vita di ognuno di noi”.

Lo spettacolo “… E la musica mi gira intorno” racchiude ben cinquant’anni della vita di Maurizio Casagrande, che riesce a racchiudere i tre ruoli di scrittore, regista e performer. Ogni decennio viene definito da una narrativa specifica, oltre che da musiche tipiche del periodo. Si dà il via con gli anni Cinquanta, in cui i genitori dell’attore partenopeo si conoscono, circondati da un’atmosfera retrò. Gli anni Sessanta ritornano alle mente con canzoni divertenti della sua infanzia. Gli anni Settanta sono quelli in cui era viva la passione per il genere rock e in cui vi era la voglia di divenire un musicista. Solo gli anni Ottanta hanno portato reali dubbi: attore o musicista? Terminano la carrellata di ricordi gli anni Novanta, quasi in stile musical con grandi successi di Zucchero e divertenti riflessioni sui giorni attuali.

 

Sul palco di Candela, il partenopeo Maurizio Casagrande”, si spoglierà dei panni dell’attore e del comico, per indossare quelli nuovi e mai provati del musicista, del batterista e del cantante. In questa ultima fatica sarà aiutato da due interpreti d’eccezione, le cantanti Mariateresa Amato e Roberta Andreozzi, oltre che da una band a tutto tondo che lo accompagnerà per l’intera durata dello spettacolo. In poche parole “uno show frizzante e poliedrico da non perdere tra musica, sketches comici, racconti e aneddoti”.

 



Commenta l'articolo