POLITICA

FOTO Cerignola. Sgarro, Mirra e Rendine: "Città violenta anche a Natale"

Cerignola. Sgarro, Mirra e Rendine: "Città violenta anche a Natale"

CERIGNOLA,

«Gli episodi di questi ultimi giorni lasciano un grande amaro in bocca. Doveva essere un Natale migliore per questa città e invece la sequenza di rapine nei giorni immediatamente precedenti al 25 dicembre e la bomba fatta esplodere in una panetteria la sera della vigilia fanno rievocare un passato fosco per Cerignola. I cerignolani devono tornare ad aver paura del racket?». Commentano così i consiglieri comunali Sgarro, Rendine e Mirra quanto avvenuto la sera della vigilia di Natale, quando una bomba posta davanti alla saracinesca di una panetteria ha creato danni e molto spavento tra gli abitanti di viale di Ponente.  «NON ABBASSIAMO LA GUARDIA! L'ennesima rapina ad una banca, gli assalti ai negozi, una nuova bomba ad un esercizio commerciale sono segnali da non sottovalutare. La massima vicinanza va da parte nostra agli esercenti colpiti. La massima attenzione va alla tutela della comunità, un argomento che non può essere sopraffatto dal rumore dei festeggiamenti»  «Quella bomba il 24 Dicembre, a mezzanotte, è esplosa per tutta la nostra comunità! -continuano i Consiglieri Comunali-. È urgente che sia convocata una seduta congiunta delle commissioni Sicurezza e Commercio per fare il punto della situazione e che sia riproposta l’ordinanza già emessa l’anno scorso dal Sindaco, molto tempo prima del periodo natalizio (era il 23 Dicembre) per il divieto di utilizzo fuochi d'artificio pirotecnici, botti, petardi, mortaretti per evitare che dietro i festeggiamenti si possano nascondere nuovi episodi di vandalismo, se non peggio gesti volutamente criminosi.»

 



Commenta l'articolo