SINDACATI

FOTO Rogo Ghetto, l'appello di Fai-Cisl: serve intervento immediato delle istituzioni

Rogo Ghetto, l'appello di Fai-Cisl: serve intervento immediato delle istituzioni

FOGGIA,

Sulla morte di un giovane migrante avvenuta la scorsa notte in una baraccopoli del “Ghetto dei Bulgari”, a Borgo Mezzanone, in provincia di Foggia, intervengono Luigi Sbarra, Segretario Generale della Fai Cisl, e Franco Bambacigno, Segretario della Fai di Foggia:  "Una tragedia che interpella le coscienze di quanti possono intervenire ma ancora non lo fanno”. 
I sindacati si appellano a Regione, governo, enti locali che "conoscono bene le condizioni di questi luoghi, il numero di persone che li abitano, le criticità in cui si trovano a vivere migliaia di donne, di uomini e di bambini stretti nella morsa della povertà, dello sfruttamento, del caporalato". 
 "Dobbiamo chiudere una volta per tutte queste esperienze di degrado che feriscono la dignità delle persone e conducono a tragedie come quella di questa notte. La Fai, la Cisl e l'Anolf sono da tempo impegnate a denunciare la condizione di questo e di tanti altri ghetti assicurando ogni possibile sostegno. Ma l'attività volontaria, da sola, non basta, serve l'intervento immediato delle istituzioni, ad ogni livello. Altrimenti ci troveremo presto a piangere nuove vittime”, concludono Sbarra e Bambacigno.



Commenta l'articolo