CITTÀ

A Foggia i Dialoghi di Pace nel segno di papa Francesco

FOGGIA,

Il messaggio di Papa Francesco 'La nonviolenza: stile di una politica per la pace' sarà protagonista, in forma di «dialogo a più voci», dell’iniziativa Dialoghi di Pace, in programma sabato 14 gennaio alle ore 20.30 nella Chiesa di San Domenico a Foggia, in Corso Vittorio Emanuele, 120.
Suddiviso fra lettori, le cui voci si intrecciano e si incalzano come in un vero e proprio dialogo e si alternano alla musica, il messaggio diventa, per tutti, un momento di “Elevazione spirituale”: vissuta come preghiera da chi si professa cristiano cattolico e come tempo di riflessione da chi non crede o pratica religioni diverse.
Questa originale iniziativa di sensibilizzazione sulla pace, offerta a chiunque voglia farla propria per riproporla autonomamente, come si farà a Foggia, in altre località d’Italia è da tempo una tradizione locale che cresce di anno in anno unendo nel segno della Pace le comunità religiose e civili dei territori interessati.
È un’onda di pace che arriva dalla chiesa Regina Pacis di Cusano Milanino (MI), dove i Dialoghi di Pace sono stati ideati ed avviati nel 2007, dando così compimento al desiderio espresso dal Beato Cardinale Arcivescovo Andrea Ferrari quando, nel 1920, volle che si erigesse in Diocesi di Milano un Tempio Votivo Nazionale intitolato alla Regina della Pace: “Monumento di gratitudine e di pietà dei Milanesi verso la Vergine Madre di Dio per ringraziare il Signore della pace ridonata all’Italia e suffragare le anime dei nostri cari soldati caduti nell’ultima guerra”. E don Gioacchino Antonini, primo sacerdote del “Milanino” che si attivò per esaudirlo, lo volle “come un monito per le generazioni nuove”.
Come "applicazione pratica della Laudato si'" gli organizzatori invitano tutti i partecipanti a portare una tazza o un bicchiere, ma non usa e getta, nel quale, a conclusione della serata, sarà offerto a tutti il mate argentino in onore di Papa Francesco.
A Foggia i Dialoghi di Pace sono promossi dall’Ufficio diocesano di Pastorale Sociale e del Lavoro con gli uffici di Pastorale Giovanile, per l'Educazione - la Scuola e l’Università, Familiare, per le Vocazioni e con la Consulta delle Aggregazioni Laicali.

Gli interludi musicali saranno curati dal maestro Francesco Mastromatteo con gli allievi dell’Ensemble d’Archi della sezione staccata di Rodi Garganico del Conservatorio “U.Giordano”.
L’iniziativa è patrocinata dalla Città di Foggia ed alla sua organizzazione hanno collaborato: Seminario diocesano Sacro Cuore, Ambasciata di Pace – Palazzo Dogana Foggia, Federazione SCS/CNOS - Salesiani per il Sociale, Associazione Italiana Cultura e Sport - comitato provinciale di Capitanata, Associazione di Promozione Sociale Sacro Cuore, Campanili Verdi, Associazione Volontari Ospedalieri Onlus – Don Uva Foggia, Comitato Civico Gente di Foggia.



Commenta l'articolo