SPETTACOLO

Allevi, sold out al Giordano e bagno di folla al Lanza

FOGGIA,

Riccioli in libertà, affezionatissima divisa total black e un appeal da amico della porta accanto. Difficile riconoscere a Giovanni Allevi, compositore, pianista e direttore d'orchestra, le sue 47 primavere. E sulle spalle 25 anni di carriera. E per festeggiare il suo primo quarto di secolo in note, il musicista marchigiano gira l'Italia con il tour Solo Piano: lui – come è ben noto – si diverte, il pubblico lo omaggia ricoprendolo di applausi.  Chi ha rincorso sin dal primo giorno il biglietto per il concerto al Giordano di Foggia, naturalmente sold out – unica tappa al Sud del compositore di Ascoli Piceno – fa certamente parte della schiera degli 'Allevi addicted – lontani dalle polemiche che da anni ruotano attorno al pianista, ma c'è anche qualcuno che all'enfant prodige preferisce la definizione di l'enfant terrible. Critiche e leggere polemiche sono arrivate anche a Foggia ma sono state spente sul nascere. A noi il suo pianismo pop piace, non solleva una vispolemica ma semplicemente passione. 

A portare Allevi in città per un concerto di beneficenza a sostegno di progetti in favore dell'infanzia è stato il Club per l'Unesco di Foggia, presieduto da Floredana Arnò e come detto sostenuto dal Gruppo Salatto. Il ricavato sarà devoluto per realizzare un'aula d'ascolto per i minori e le donne vittime di violenza presso la Questura di Foggia. E così dopo il sold out al Teatro Giordano, questa mattina il bagno di folla al Liceo Classico Lanza interamente dedicato agli studenti delle Scuole a indirizzo musicale di Foggia.

Video



Commenta l'articolo