SANITÀ

FOTO Screening del tumore della mammella. Piazzola: il cancro può essere aggredito

Screening del tumore della mammella. Piazzola: il cancro può essere aggredito

FOGGIA,

Da due settimane è attivo in Capitanata il programma ‘Screening del tumore della mammella’. “Il cancro alla mammella può essere aggredito – così il Direttore Generale ASL di Foggia Vito Piazzolla durante la conferenza stampa di presentazione. “Il primo strumento per farlo è lo screening – aggiunge il d.g. - che, attraverso una diagnosi precoce, permette di individuare tumori asintomatici e ridurre le sofferenze fisiche e psicologiche che tale patologia comporta”.

La Asl del capoluogo invita pertanto le donne della provincia di Foggia tra 50 e 69 anni di età ad effettuare una mammografia preventiva gratuita, senza bisogno dell’impegnativa del medico curante, presso i Centri di Senologia presenti sul territorio.
Le donne, convocate in gruppi di circa 1.700, sono selezionate di volta in volta da tutti i comuni della provincia di Foggia in maniera proporzionale, in modo da assicurare una uniformità di chiamata sul territorio aziendale, nel rispetto del principio di equità di accesso alle cure.
La lettura dell’esame è affidata a due senologi contemporaneamente: il controllo incrociato assicura la certezza dell’esito.
Nella maggior parte dei casi, la mammografia non evidenza alterazioni indicative di un tumore maligno. L’esito è negativo (assenza di lesioni tumorali) anche in presenza di eventuali patologie benigne come cisti, fibroadenomi, asimmetrie ghiandolari e calcificazioni.
Se i risultati risultano nella norma, il mese successivo le donne esaminate ricevono comunicazione scritta per posta. In caso di risultato positivo o dubbio, il personale della Segreteria Aziendale Screening contatta telefonicamente coloro che dovranno effettuare ulteriori accertamenti diagnostici, anche essi gratuiti.

A due settimane dall’avvio del programma – ha spiegato Piazzolla - l’adesione delle donne invitate si attesta intorno al 20%”. Grandi risultati sono stati registrati, invece, in tema di prevenzione del tumore della cervice uterina: i dati relativi alle vaccinazioni anti HPV (Papilloma virus), effettuate dall’avvio del programma di vaccinazione al 31 dicembre 2015, collocano la Provincia di Foggia al primo posto tra le province pugliesi. 

Sarà il comico e attore barese, Uccio De Santis il testimonial di questa campagna di sensibilizzazione. 
I centri di riferimento nella provincia di Foggia sono: San Severo, P. O. Masselli Mascia in viale II Giugno; Foggia Distretto Socio-Sanitario in Piazza della Libertà; Cerignola P. O. Tatarella in via Trinitapoli; Manfredonia P. O. San Camillo de Lellis in via Barletta e P. O. S. Camillo de Lellis in via Isonzo; Lucera presso Lastaria in viale Lastaria; Torremaggiore in via Salvatore Ciaccia



Commenta l'articolo