CULTURA

FOTO Notte dei Musei: a Foggia, spazio al Medioevo

Notte dei Musei: a Foggia, spazio al Medioevo

FOGGIA,

Oggi ricorre la XIII edizione della Notte europea dei Musei. Sono tante e strutture museali che, su sollecitazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, apriranno i battenti fino a tardi per consentire anche a cittadini e turisti di visitare i beni del patrimonio culturale italiano al di fuori degli orari consueti. L’apertura straordinaria abbraccerà l’intero fine settimana grazie anche alla II Festa dei Musei, un grande evento nazionale a cui partecipano sia i principali musei statali che tante strutture culturali pubbliche e private che hanno aderito all’iniziativa. Anche il Museo Civico di Foggia sarà aperto, gratuitamente, fino a sera tarda, per seguire una serie di importanti iniziative che andranno sotto il titolo di “La Notte dei Musei incontra il Medioevo”. Ci sarà spazio per i bambini (a partire dai 7 anni) che, assieme ai genitori, potranno prendere parte al laboratorio "Scultori medievali per una notte", curato dall’Associazione “UtopikaMente”. L'attività è gratuita, ma è necessario prenotarsi telefonando al numero 333.5444967. Sarà visitabile la mostra dedicata al pittore Gianni Pasquetto, in arte Abdenego (aperta fino al 29 maggio), intitolata “Abdenego, la figurazione come ironia, verità e paradosso” e curata da Gaetano Cristino e Gloria Fazia. Alle ore 18, è in programma anche il penultimo degli “Appuntamenti con la storia”: Paolo Grillo, professore associato di Storia Medievale all’Università di Milano. Il docente illustrerà i temi del suo libro L'aquila e il giglio. 1266: la battaglia di Benevento tra storia, memoria e mito. L’evento rientra nel ciclo organizzato dall’Amministrazione comunale di Foggia, in collaborazione con la Fondazione “Apulia Felix” e con l’Università degli Studi di Foggia – Dipartimento di Studi
Umanistici – Cattedra di Storia Medievale. A seguire, dalle 20 alle 24, musica, arte e ancora laboratori ispirati al Medioevo e curati dallasocietà Archeologica, dalle associazioni culturali “Imperiales Friderici II” e “UtopikaMente”, dai gruppi musicali “Follorum Ensemble” e “Camerata Musica Antiqua” (con Pasquale Rinaldi e Mauro Del Grosso, voce narrante Claudio Mione).



Commenta l'articolo