CITTÀ

FOTO Tribunale senza aria condizionata, sos del consigliere comunale Vigiano

Tribunale senza aria condizionata, sos del consigliere comunale Vigiano

FOGGIA,

"Da qualche giorno lavorare nel tribunale di Foggia è diventato insostenibile a causa del caldo dovuto alla rottura dei condizionatori d'aria. Una situazione che coinvolge avvocati, magistrati, personale amministrativo e tantissimi cittadini che devono recarsi negli uffici o che sono in attesa di una causa". È la denuncia del consigliere comunale di Foggia, avv. Antonio Vigiano, che chiede un intervento immediato per far tornare la situazione alla normalità e consentire alle migliaia di persone che quotidianamente si recano in viale Primo Maggio di poter lavorare senza il forte disagio creato dal gran caldo che in questi periodi dell'anno caratterizza il territorio di Capitanata. "Fino a quando la gestione degli uffici del tribunale era in capo al Comune di Foggia non si erano verificate situazioni così mortificanti - sottolinea Vigiano -. E sono rammaricato dal fatto che in questa situazione più di qualche rappresentante istituzionale, che solitamente non perde occasione per denigrare l'Amministrazione comunale, resti afono rispetto ad una situazione che coinvolge migliaia di persone; il problema, infatti, oltre a riguardare avvocati, giudici e personale amministrativo, tocca da vicino anche a quei cittadini che, ad esempio, attendono ore in attesa che si discuta una causa o a coloro che devono testimoniare nelle aule penali. Forse si stava meglio quando si stava 'peggio' - conclude Vigiano -, dato che quando era il Comune di Foggia a gestire il tribunale vi era sempre un contatto diretto ed immediato tra gli uffici del tribunale e quelli municipali. Da quando la gestione è passata direttamente al Ministero della Giustizia i tempi si allungano e i disagi aumentano".



Commenta l'articolo