POLITICA

FOTO Lavori AqP. Cislaghi: "Senza programmazione, disagi nel periodo dei saldi"

Lavori AqP. Cislaghi: "Senza programmazione, disagi nel periodo dei saldi"

FOGGIA,

Problemi per i lavori in via Cairoli, impedimenti alla circolazione in piazza Giordano e in corso Giannone con strade chiuse nelle traverse e nessuna indicazione per aggirare gli ostacoli”. E' quanto lamenta il Circolo foggiano Che Guevara rappresentato da Giorgio Cislaghi che punta il dito contro i lavori che “non sono conseguenti a situazioni emergenziali o contingenti ma derivano da un piano per l’ammodernamento della rete fognaria fatto molti anni addietro e di cui il Servizio Lavori Pubblici del Comune conosce bene il dettaglio tant’è che, quando vuole, è in grado di programmare gli interventi tenendo conto delle esigenze dei piccoli negozianti come è successo per i lavori su via Rosati”. L'affondo di Cislaghi su Landella: “permettere che il centro città diventi un immenso cantiere, senza un minimo di programmazione per alleviare i disagi, durante il periodo dei saldi non è solo un esempio di sciatteria amministrativa, è la chiara manifestazione di una incapacità di governare la città”.
Esiste poi il problema della polizza fideiussoria rilasciata a garanzia della tenuta dei lavori perché – aggiunge Cislaghi - non abbiamo notizia di polizze stipulate da AqP in favore del Comune di Foggia a garanzia della tenuta dei lavori di ripristino stradale. Se l’assenza della polizza fideiussoria fosse confermata ci domandiamo come sia stato possibile concedere l’autorizzazione alla manomissione del suolo pubblico visto che la stessa è “parte integrante” delle autorizzazioni”. Se l’Amministrazione Comunale è 'carente nei controlli' che dire di AqP, società partecipata a capitale interamente pubblico di Regione Puglia che aggiudica i lavori di rifacimento delle reti con ribassi del 48% o del 56%?”, chiede il referente del Circolo Che Guevara. “Sono ribassi che, se i progetti dei lavori sono stati ben fatti e correttamente valutati, non trovano spiegazione perché possiamo tutti vedere come sono stati eseguiti i ripristini del manto stradale. Resta solo l’amara considerazione che tutti noi, tutti i cittadini e tutti gli esercenti di attività commerciali in centro città, paghiamo varie volte i servizi di AqP”. “Invitiamo a ragionare il Comune di Foggia e AqP, i Consiglieri Comunali e i Consiglieri regionali, il Sindaco di Foggia e il Presidente della Regione Puglia: non si possono risparmiare soldi e controlli sulla pelle e sulle tasche delle persone”, conclude Giorgio Cislaghi.



Commenta l'articolo