CULTURA

Didattica e ricerca, il Marconi capofila del progetto tra scuole e Unifg

FOGGIA,

Arricchire il bagaglio di conoscenze scientifiche e potenziare le proprie competenze: sono questi gli obiettivi del Progetto DI.OR., Didattica Orientativa in Ambito Scientifico che vede come capofila il liceo scientifico Marconi di Foggia nell’ambito della Summer Chemistry Lab, Laboratorio teorico-pratico di Chimica, appena concluso. Sette in totale gli istituti scolastici (oltre al Marconi, il Lanza, Volta, Poerio, Istituto Tecnico Tecnologico-Altamura Da Vinci e I.I.S.S Notarangelo di Foggia e il Liceo Bonghi di Lucera). Si tratta di un percorso di formazione  e di ricerca-azione di docenti sperimentatori e studenti del secondo biennio e quinto anno delle scuole superiori, che il Dipartimento di Scienze Agrarie dell’ateneo foggiano realizza dal 2009. Un ponte efficace che collega il mondo della scuola a quello dell’università.

Il progetto di orientamento attivo (che abbraccia diversi ambiti disciplinari, dalla Microbiologia alla Chimica analitica, da Biologia a Chimica e Fisica) per gli studenti delle scuole di Capitanata conta due percorsi durante i quali gli stessi partecipano a delle vere e proprie lezioni universitarie. Il “Progress” (aggiornamento scientifico, pratica laboratoriale e sperimentazione di nuovi modelli e strumenti di orientamento). Il percorso “Advanced” (frequenza degli studenti delle classi quarte e quinte della rete ampliata ad altri quattro istituti, a specifici moduli formativi dei corsi di laurea triennali in Scienze e tecnologie alimentari e di Scienze e tecnologie agrarie, Scienze gastronomiche ed Ingegneria dei sistemi logistici per l’agroalimentare). La frequenza  dei singoli  moduli formativi con verifica finale dell’apprendimento (test- relazione-colloquio), dà diritto al riconoscimento di CFU (crediti formativi universitari) .

A conclusione del quarto biennio, lo scorso mese di maggio, il seminario condotto dal prof. Massimo Monteleone ha puntato l’attenzione sulla Bioeconomia, con riferimento a Horizon 2020 - Research and Innovation programmers. Si lavora già, sotto la guida della scuola capofila, il liceo scientifico “Marconi”, alla programmazione del quinto biennio, con la  sperimentazione di nuovi moduli formativi di bioinformatica, microbiologia predittiva, chimica  e la creazione di ambienti di apprendimento per la didattica digitale integrata. Alcune attività seminariali riguarderanno invece la  Green Chemistry, la Bioeconomia e l’Industria 4.0 in agricoltura.

In quest’ottica - spiega la prof.ssa Antonella Di Adila, docente del liceo Marconi e coordinatrice del progetto DI.OR., - per favorire lo sviluppo di competenze scientifiche di base e avanzate, l’attività di ricerca-azione 2017-2019 riguarderà la sperimentazione di modelli didattici STEM”. La STEM Education (Science-Technology-Engineering-Math) è una formazione scientifica degli studenti basata sull’integrazione tra discipline scientifiche di base, Tecnologia e Ingegneria. Già pronto il calendario 2017: come ogni anno il DI.OR Progress si aprirà con il laboratorio di Spettrofotometria e si concluderà con la Summer Chemistry School a cura del dott. Roberto Di Caterina.



Commenta l'articolo