CITTÀ

Foggia adotta ‘ScuolaTEK´, gestione e manutenzione dei plessi scolastici

FOGGIA,

Il Comune di Foggia guarda al futuro. E in questa direzione c'è una programmazione che riguarda da vicino le giovani generazioni e il luogo della conoscenza per antonomasia. La scuola. E' l'innovativo progetto ‘ScuolaTEK’ - presentato ieri a Palazzo di Città - relativo all’efficientamento energetico, alla gestione e alla manutenzione degli istituti scolastici ‘Edmondo De Amicis’, ‘Giovanni Bovio’, ‘Giovanni Pascoli’ e ‘Vittorino Da Feltre’, predisposto l’Amministrazione comunale attraverso l’assessorato ai Lavori Pubblici.
“‘ScuolaTEK’ è il frutto di una virtuosa sinergia con l’ANCE – ha dichiarato il sindaco Franco Landella – che ha ribadito l'obiettivo dell'amministrazione: conseguire alcuni strategici risultati, dall'efficientamento energetico all'adeguamento e miglioramento sismico, dal superamento delle barriere architettoniche alla conformità antincendio e l'innovazione tecnologica”.
‘ScuolaTEK’ è dunque l’impianto progettuale che definisce il sistema di gestione e manutenzione del plessi scolastici. Per ogni edificio sarà effettuato un rilievo dell’esistente, evidenziate le eventuali criticità, realizzato il fascicolo dell’edificio. Il tutto con l’utilizzo del BIM (Building Information Modelling), di cui Foggia si dota anticipatamente, giacché questo strumento sarà obbligatorio a partire dal 2019 che nello specifico,prevede la gestione in 3D del modello dell’edificio, la gestione innovativa del cantiere, l’ottimizzazione della manutenzione, con i conseguenti risparmi legati all’efficienza del progetto.
Un passo in avanti significativo, tanto sul piano propriamente operativo sia sul fronte delle possibilità che questa strategia offre dal punto di vista della capacità di intercettare finanziamenti – ha spiegato l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Antonio Bove –. Questo aspetto, tuttavia, non è che uno dei vantaggi che ‘ScuolaTEK’ offre al Comune e alla città”. Con questo progetto inauguriamo una stagione nuova – ha dichiarato l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione, Claudia Lioia – “in cui chi vive la scuola può e deve essere parte attiva anche dei processi di manutenzione del patrimonio edilizio”.
Per Landella questa progettualità “rappresenta il primo passo per candidare Foggia nel medio-lungo periodo ad essere l’incubatore, anche su scala nazionale, di interventi innovativi e moderni relativamente al patrimonio edilizio delle scuole comunali”.  



Commenta l'articolo