POLITICA

FOTO Barriere architettoniche, Vurchio (UdC): "Forza Foggia non solo allo stadio"

Barriere architettoniche, Vurchio (UdC): "Forza Foggia non solo allo stadio"

FOGGIA,

A che punto siamo a Foggia nelle politiche di abbattimento delle barriere architettoniche? Lo chiede Stefania Vurchio, responsabile cittadina dell’Udc per le pari opportunità.

Per Vurchio il Comune di Foggia è in ritardo nell’attuazione dei programmi legati al PEBA (piano eliminazione barriere architettoniche), mentre non riesce a portare a casa neanche i fondi regionali, previsti per l’adeguamento dei parchi gioco alle disabilità.

«Come nel caso degli adeguamenti dei parchi giochi per disabili. Foggia, città capoluogo, non riesce a redigere un progetto convincente, tanto da arrivare ultima nella graduatoria regionale, superata da altri comuni della Capitanata come San Severo, Lucera e Cerignola. Sappiamo che l’amministrazione comunale ha intenzione d’intervenire sull’adeguamento di tre parchi cittadini (in zona Cep, Villa comunale e S.Pio X), ma è arrivato il momento di tradurre le buone intenzioni in azioni concrete, per garantire una città a misura di tutti e rendere fruibili i parchi gioco ai bambini portatori di disabilità», sostiene l’avvocata foggiana che conclude: «C’è necessità di una maggiore incisività dell’amministrazione comunale, ultimamente distratta forse dai problemi di tenuta amministrativa, ma i bambini foggiani non possono aspettare il diradarsi delle tempeste politiche a Palazzo di Città e meritano tutta l’attenzione, ma soprattutto la disabilità non deve essere vista come diversità e ogni sforzo deve essere finalizzato alla integrazione e alla socializzazione. Forza Foggia non può essere solo uno slogan calcistico, ma un motivo di orgoglio per elevare in qualità della vita e in efficienza dei servizi la città capoluogo. Si sono perse tante occasioni, evitiamo di continuare su questa strada.»



Commenta l'articolo