CITTÀ

FOTO Differenziata, Amiu Puglia risponde a Barone(M5S): "Accuse confusionarie"

Differenziata, Amiu Puglia risponde a Barone(M5S): "Accuse confusionarie"

FOGGIA,

"Che la raccolta differenziata a Foggia abbia ancora importanti margini di crescita è fuori discussione, lo dicono i numeri. Tuttavia, sostenere che nulla sia stato fatto in questi anni, è ingeneroso ma soprattutto inesatto, frutto di una speculazione comunicativa che non risponde affatto alla realtà dei fatti".

Sabino Persichella, presidente di AMIU Puglia, respinge al mittente le accuse provenienti da alcuni gruppi politici regionali, ricordando che "il Comune di Foggia ha raggiunto, nel 2016, l’obiettivo fissato dalla Regione per evitare l’aumento dell'ecotassa e i conseguenti aggravi per i cittadini, aumentando di 5 punti percentuali la raccolta differenziata rispetto al 2015, così come nei due anni precedenti. Inoltre, siamo certi che anche nel 2017, grazie al lavoro in sinergia tra Comune e Amiu Puglia, si raggiungeranno gli obiettivi fissati dalla Regione Puglia. E' bene, all'uopo, non dimenticare da dove si è partiti: al momento dell'accorpamento societario tra Bari e Foggia, nel capoluogo dauno la differenziata era a zero o quasi. Oggi abbiamo superato il traguardo del 20% (segnando, per alcune frazioni come la carta, addirittura l'incremento più significativo in Puglia nell'ultimo anno: +29,5%), grazie all'impegno dei cittadini, certo, ma anche alla strategia condivisa da Comune e azienda. Inoltre, da quando Amiu è titolare del servizio a Foggia, grazie all'efficacia aziendale e alla condivisione d'intenti con l'amministrazione comunale, si è scongiurato anche l'aumento del corrispettivo, rimasto immutato dal 2013".

"Per ciò che concerne, nello specifico, la raccolta differenziata - continua Persichella - il percorso avviato non è stato affatto accantonato, anzi. In linea con gli indirizzi dell'amministrazione comunale, è stato presentato un nuovo e più innovativo progetto di raccolta, adeguato alle caratteristiche urbanistiche della città, che il CONAI ha recepito lo scorso luglio e che pertanto sta per passare alla fase esecutiva di progettazione. Amiu Puglia, nel frattempo, si è dotata di strumenti informatici grazie ai quali ha ottenuto una mappatura cartografica precisa della città, in maniera tale da procedere a un incremento qualitativamente e quantitativamente efficace del servizio di raccolta differenziata. Il nuovo progetto suddivide la città in tre macrozone, in cui saranno adottate modalità di raccolta differenziata diverse e tarate sulla densità dell'utenza e sulla conformazione urbanistica, adottando le più moderne tecniche di raccolta porta a porta, nonché attrezzature e mezzi tecnologicamente avanzati per consentire il raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata contenendo i costi del servizio".

"C'è addirittura chi ci accusa - conclude Persichella - di non aver messo in campo una programmazione seria degli Aro. Credevamo non fosse il caso di ricordare che la città di Foggia, così come quella di Bari, costituisce Aro unico e che la presenza della dicitura "Puglia" non implica il fatto che Amiu sia un'azienda regionale. Siamo una partecipata dei Comuni di Bari e di Foggia, la riorganizzazione degli Aro comunque non è una nostra competenza. Al contrario, preferiamo concentrarci sulle iniziative, come quelle citate in precedenza, utili a continuare un percorso virtuoso iniziato circa tre anni fa e che sta dando, oggettivamente, i suoi frutti".

 

 



Commenta l'articolo