SPETTACOLO

Giordano, il 26 ottobre si alza il sipario. Tra i nomi Ferrari, Bisio, Marcorè

FOGGIA,

Si alzerà il 26 ottobre il sipario al Giordano per la nuova stagione teatrale. 

Il comunale di Piazza Battisti svela i nomi e i volti dei protagonisti del cartellone 2017/2018: da Isabella Ferrari (il 25 novembre con ‘Come stelle nel buio) a Monica Guerritore in coppia con Francesca Reggiani (a fine gennaio), Neri Marcorè, poi Claudio Bisio, (entrambi a febbraio, il primo in scena il 7 e l’8 febbraio, il secondo il 20 e il 21), Sergio Rubini e Luigi lo Cascio, solo per citarne alcuni.

Formula che vince non si cambia: in conferenza stampa questo pomeriggio in Sala Fedora ad annunciare le novità della stagione di prosa il sindaco Franco Landella, accompagnato dall’assessore alla cultura Anna Paola Giuliani e dal dirigente del settore Carlo Dicesare e per il Teatro Pubblico Pugliese, Carmelo Grassi, presidente, a fine mandato, e Giulia Delli Santi. Per la dirigente delle attività teatrali del TPP non ci sono dubbi: “quella di Foggia è al primo posto come rassegna di prestigio a livello nazionale. Una stagione paragonabile a quelle in programma al Piccolo di Milano o all’Eliseo di Roma”.

“Una stagione - ha aggiunto - che vede dei fuori abbonamento, come Virginia Raffaele, ma anche grandi regie e grandi testi e finalmente il teatro circo, bellissimo e poetico”. 

Questa novità - il circo contemporaneo, a dicembre - rappresenta in toto l’idea di Teatro del primo cittadino: un contenitore culturale aperto a tutti. Grandi e piccini. 

“Il Giordano arricchisce la città”, telegrafico il messaggio lanciato da Landella che aggiunge “Il Teatro non come nicchia riservata, ma come crescita ed evoluzione di questa città. Questi eventi lo favoriscono”. 

Troppi investimenti sulla cultura? Per Landella “non è mai abbastanza”. Se si tratta di sostenere il carattere culturale della città. 

Accanto al sindaco c’è Grassi che conferma lo ‘sforzo’ di questa amministrazione di tenere sempre alta la qualità al Giordano sin dalla sua riapertura: “Abbiamo veramente di tutto: cabaret e comicità, tradizione classica, jazz - (con Chick Corea e Steve Gadd ad aprire le danze del Giordano in Jazz il 6novembre, concerto fuori abbonamento ndr.)- danza, circo e il ritorno del ciclo teatro con le famiglie. Perché ogni fascia di pubblico deve essere presente al teatro”.

Insomma una programmazione assolutamente in linea con i grandi palchi nazionali. Assicurano gli addetti ai lavori. 

In sintesi possiamo definire il cartellone 2017/2018 completo e importante, per una spesa complessiva di 280 mila euro, con 23 spettacoli: ad inaugurali una frizzante Virginia Raffaele il 26 e 27 ottobre. Biglietti già disponibili sul circuito di Booking show. 

Con un ‘bentornati a casa’ l’assessore Giuliani da’ il benvenuto al Giordano alle giovani compagnie foggiane che saliranno quest’anno sul palco del teatro, il Teatro dei Limoni, la Piccola Compagnia Impertinente, Luce in scena. 

“I grandi artisti che hanno girato il mondo si danno la staffetta con i nostri attori che compongono e arricchiscono il calendario del Giordano con dei fuori abbonamento. Attori Talentuosi ma che, spesso, sul fronte economico, vengono penalizzati dal ministero. Tenacia e bravura. A loro il bentornati a casa”.

La domanda che si rincorre in queste occasioni è la classica “quando partirà la campagna abbonamenti?”. Definita in queste ore la ‘partita’: lapertura della campagna abbonamenti partirà dal 2 novembre 2017 al botteghino del teatro, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00. 

 

 

 



Commenta l'articolo