POLITICA

Capitanata Civica c'è, l'esercito di Leo Di Gioia pronto a nuove sfide

FOGGIA,

"Non siamo qui per annunciare candidature e presentare liste. Questa conferenza programmatica l'abbiamo organizzata per ritrovarci tutti insieme per ribadire quanto di importante ha prodotto l'impegno civico per il cambiamento del territorio della provincia di Foggia". Con queste parole, Leo Di Gioia, leader indiscusso del numeroso esercito dei civici di Capitanata, ha aperto il primo congresso della storia del suo movimento politico. Una marea di gente ha affollato il palazzo dei congressi della Fiera di Foggia dove si è svolta la manifestazione. In poco più di tre anni, Capitanata Civica è diventata il punto di riferimento politico di chi non si rivede più nei partiti tradizionali. Qui non ci sono divisioni, beghe interne, correnti, fazioni. Il leader è Di Gioia, Cusmai è il braccio operativo, e gli oltre 250 amministratori comunali la spina dorsale di un movimento che dopo aver messo le radici in provincia di Foggia, strizza l'occhio al resto della Puglia. 29 sindaci, oltre 200 consiglieri comunali, presidente e vice presidente della Provincia, un assessore regionale, Numeri importanti che hanno indotto anche il presidente della Puglia, Michele Emiliano, ha non sottovalutare questa realtà nata in Capitanata. e che ha contribuito a far vincere l'attuale governatore. "I civici di Leo Di Gioia sono un patrimonio della politica pugliese e del centrosinistra. Difficilmente potremo farne a meno". 

Video



Commenta l'articolo