CULTURA

Com'è morbido il vento: alla scoperta del libro tattile illustrato

FOGGIA,

Guardare in faccia la diversità, conoscerla, apprezzarla, condividerla. Una nuova operazione culturale e sociale vedrà presto 50 ragazzi e ragazze disabili di Foggia realizzare ben 1000 libri tattili con materiali dalle diverse texture per una lettura sinestetica e sensoriale dell’immagine. “Com’è morbido il vento, tutti per un libro, un libro per tutti” è un’idea dell’APS il Proteo in collaborazione con la Cooperativa Louis Braille e l’Unione dei Ciechi ed Ipovedenti.  La Biblioteca Provinciale di Foggia, da sempre luogo dell’accoglienza e della partecipazione, sarà il quartier generale del progetto. La direttrice Gabriella Berardi ricorda in conferenza stampa la filosofia della Magna Capitana: "è luogo di partecipazione, di accoglienza. Vogliamo diventare un luogo sempre più accessibile. Facciamo rete - è l'invito - il nostro obiettivo è quello di implementare le nostre collezioni a favore di ipovedenti e non vedenti.".  Due le fasi del progetto: la prima, dedicata alla formazione degli operatori editoriali dell’Aps, quindi la realizzazione dei 3 prototipi di libro tattile - la cui supervisione tiflologica è a cura di Beatrice Ferrazzano, responsabile del Centro di Consulenza Tiflodidattica di Foggia - dedicati ai temi dell'Arte, della Musica, della Scienza. Questa seconda fase (che comincerà nei prossimi giorni e terminerà a giugno 2018), vedrà la partecipazione di 50 ragazzi disabili che verranno contrattualizzati e retribuiti per il montaggio di tutte le parti materiche dei libri con gli operatori dell’Aps Il Proteo. Ogni mese, a partire dal 18 novembre fino al mese di Giugno 2018, si alterneranno gruppi di circa 10 ragazzi. Il primo esperimento riguarderà le 300 copie del libro tattile “La più grande magia” di Luciana Stella, Responsabile Progetto APS Il Proteo - autrice “La più grande magia”. I libri realizzati verranno poi promossi e distribuiti durante incontri formativi in Biblioteca, nei Musei, nelle scuole e nelle librerie della città e della provincia. Quello presentato oggi  è di fatto un libro magico che regala la suggestione della scoperta della lettura anche attraverso il tatto. E’ l’invito di Michele Corcio, Amministratore Unico della Cooperativa "Louis Braille" che rappresenta delle tante associazioni del territorio che punta alla completa valorizzazione e crescita socio-culturale della città. L’iniziativa “Com’è morbido il vento, tutti per un libro, un libro per tutti” ha dato il fianco ad una discussione più ampia sul tema della partecipazione attiva alla vita della comunità foggiana. Corcio plaude all’Assessore comunale alla Cultura Anna Paola Giuliani che negli anni ha saputo coniugare l’aspetto culturale all’impegno inclusivo e sociale a beneficio soprattutto delle fasce più giovani.



Commenta l'articolo