CULTURA

FOTO Carmine de Leo racconta 'Amori e passioni della Foggia che fu'

Carmine de Leo racconta 'Amori e passioni della Foggia che fu'

FOGGIA,

Storie passate ritrovate tra vecchi e polverosi manoscritti, ecco rianimarsi i protagonisti di singolari vicende che lo scrittore foggiano Carmine de Leo fa rivivere tra le righe di un suo nuovo volume, Amori e passioni della Foggia che fu. 
"
Amori e passioni che a partire dalle cronache più vecchie, risalenti al Seicento, alimentano la nostra meraviglia, ma che, in fondo, non sorprendono nessuno", fa sapere l'autore. Quindi, innamoramenti, fuitine, debolezze, passioni e tradimenti: questi gli ingredienti del libro di de Leo, che non manca di stupire il lettore con le sue ricerche, rispolverando vecchie vicende tutte rigorosamente vere che ci trascino indietro nel tempo, per scoprire che nulla, in fondo, è cambiato sotto la luce del sole. Ma una delle protagoniste di queste curiose storie, è anche la gastronomia: ecco I maccheroni alle corna, oppure Le orecchiette galeotte tra nord e sud! Tra le storie c'è spazio anche per il seduttore per antonomasia: Giacomo Casanova, ma cosa c’entra con la Capitanata? "è presto detto...la duchessa di Bovino!" commenta Carmine de Leo. Il Libro sarà presentato alle ore 18,30 di giovedì 30 novembre presso la sala Mazza del Museo Civico di Foggia in P.zza V. Nigri.

Nell’occasione l’autore proietterà immagini dei personaggi e dei luoghi interessati alle vicende del suo volume per un tour virtuale della vecchia Foggia.



Commenta l'articolo