CITTÀ

FOTO Gli Ospedali Riuniti di Foggia unico Centro Antiveleni della Puglia

Gli Ospedali Riuniti di Foggia unico Centro Antiveleni della Puglia

FOGGIA,

La Giunta regionale  della Puglia ha approvato una delibera per l’istituzione di un gruppo di lavoro multidisciplinare in materia di antidoti, quelle sostanze specificatamente impiegate nei casi di intossicazione acuta, la cui utilizzazione deve essere garantita e aumentata in tutti i territori, sia nei Centri antiveleni individuati, sia nei Presidi ospedalieri. Il Ministero della Salute ha individuato, sin dal 2008, il Centro Antiveleni degli ospedali Riuniti di Foggia quale unico Centro Antiveleni della Regione Puglia, riconosciuto a livello Ministeriale e facente parte dei nove Centri Antiveleni Nazionali.

Fondamentalmente il gruppo di lavoro interdisciplinare istituito oggi con delibera di giunta, e al quale partecipa anche il responsabile del CAV di Foggia, dovrà:

  •  implementare il Prontuario Terapeutico Regionale (PTR) con una specifica sezione dedicata agli Antidoti;
  • definire i criteri per la corretta ripartizione ed allocazione della tipologia di antidoti e delle scorte degli stessi sia presso il Centro di riferimento regionale che presso i Presidi Ospedalieri che si trovano sul territorio regionale;
  • definire i criteri per l’istituzione di una Banca Antidoti Diffusa regionale della Puglia (BADP) presso il CAV regionale che, attraverso strumenti telematici, metta in rete e renda costantemente aggiornati e disponibili per la consultazione, sia i dati relativi alla dotazione ed alla giacenza di magazzino degli Antidoti nei vari presidi ospedalieri della regione, sia le documentazioni relative alla gestione degli antidoti stessi (modalità di somministrazione, dosaggi impiegati, utilizzo in gravidanza, diluizione dei prodotti ed altre informazioni farmaceutiche/farmacologiche);
  • definire i criteri per l’istituzione e la gestione di un Registro regionale per monitoraggio epidemiologico, presso il CAV regionale, della casistica delle intossicazioni, acute e croniche, finalizzato sia all’eventuale aggiornamento della sezione Antidoti del PTR che al corretto e repentino riassortimento delle scorte di magazzino del CAV e degli altri Presidi Ospedalieri.

 



Commenta l'articolo