CRONACA

FOTO Scontri Foggia-Frosinone, 5 i DASPO. Niente stadio per i prossimi 5 anni.

Scontri Foggia-Frosinone, 5 i DASPO. Niente stadio per i prossimi 5 anni.

FOGGIA,

Sono 5 i DASPO emessi questa mattina dal Questore di Foggia come punizione per gli episodi di violenza durante la partita Foggia-Frosinone.

Le indagini della DIGOS erano partite lo scorso 30 novembre, subito dopo l’incontro di calcio, anche mediante la visione dei numerosi filmati acquisiti dalla Polizia scientifica e che avevano portato a due arresti in flagranza differita.  

Si tratta di un episodio dal quale i gruppi di tifoseria organizzata avevano già preso le distanze, condannandolo.

Questi i fatti: durante la partita Foggia-Frosinone dello scorso 28 dicembre, un gruppo di tifosi del Foggia, poco prima del fischio di inizio dell’incontro, anziché entrare nello stadio, dopo essersi completamente travisato con passamontagna, sciarpe e cappucci ed armati di mazze, bastoni, bombe carta, fumogeni e sassi, ha cercato di raggiungere Viale Ofanto in prossimità della zona riservata al passaggio dei tifosi del Frosinone con intenzione di entrare in contatto con gli stessi.

Per evitare il contatto e lo scontro tra le tifoserie, è intervenuto il personale dei Reparti di Rinforzo della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri nei riguardi dei quali il gruppo di facinorosi ha iniziato un fitto lancio di pietre, bombe carta, bastoni e bengala.

Solo l’immediata reazione contenuta e professionale dei Reparti inquadrati, al comando del Dirigente del servizio di ordine e sicurezza pubblico, ha permesso di evitare contatti fra le tifoserie.

Gli arresti in questione sono stati effettuati a carico di due giovani foggiani, F.A. di 22 anni, ed R.G., di 23 anni, ai sensi dell’art. 8, c. 1 ter, della L. 401/1989, che permette alla Polizia di procedere all’arresto dei responsabili di violenza in occasione di manifestazioni sportive, anche dopo la flagranza di reato e, comunque, entro le 48 ore dagli eventi, mediante la visione dei filmati relativi agli scontri dove emerge in maniera chiara la partecipazione degli stessi ai suddetti episodi di violenza, nel corso dei quali è rimasto ferito anche un Funzionario della Polizia di Stato in forza alla locale DIGOS, colpito da una bomba carta.

Nel corso della stessa attività investigativa sono stati identificati e denunciati in stato di libertà altri 3 soggetti, responsabili di atti di violenza nel tentativo di raggiungere la tifoseria ospite.

A seguito di tali episodi, nei riguardi di tutti e i soggetti, sono stati notificati i provvedimenti DASPO da parte del Questore. Ai 5 tifosi, già perseguiti penalmente, sarà inibito l’accesso agli stadi per 5 anni e dovranno recarsi in Questura per ottemperare all’obbligo di firma nei giorni in cui si svolgono gli incontri del Foggia Calcio, sia in casa che in trasferta.



Commenta l'articolo