CITTÀ

FOTO Giornata in ricordo delle vittime di mafia: verso il 21 marzo

Giornata in ricordo delle vittime di mafia: verso il 21 marzo

FOGGIA,

Conto alla rovescia per la XXIII Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si svolgerà a Foggia il prossimo 21 marzo. Mancano esattamente 69 giorni alla ricorrenza che rinnoverà, in nome di quelle vittime, l'impegno nella lotta alla criminalità organizzata. Libera ha scelto Foggia come "piazza principale per stare vicino a chi, in Puglia, come in altre Regioni, non si rassegna alla violenza mafiosa, alla corruzione e agli abusi di potere”.

Il percorso verso il 21 marzo, per trarre i massimi risultati in termini di consapevolezza in Capitanata e fuori, è cominciato lo scorso settembre all'indomani del sanguinoso quadruplice omicidio di mafia di San Marco in Lamis nel quale persero la vita due agricoltori innocenti. Con l'aiuto di magistrati, rappresentanti delle forze dell'ordine, del mondo del giornalismo, con il coinvolgimento di scuole e delle università l'obiettivo è riflettere su ciò che sta accadendo. Ad inaugurare il ciclo di eventi l'incontro con il giornalista d’inchiesta Sandro De Riccardis. Alla Ubik lo scrittore presentò in autunno La mafia siamo noi, un viaggio da nord a sud negli equivoci della lotta alla mafia. Ma anche il racconto delle storie di chi lotta in prima persona nel luogo in cui vive.
E che ruolo può avere nella lotta contro la criminalità organizzata quello che viene definito approccio educativo? Fondamentale. E' il pensiero dei docenti foggiani in prima linea nella prevenzione della criminalità. E' sui banchi di scuole infatti che in questi mesi si è sviluppato un forte sentimento della legalità. Incontri con esperti del settore, dal Liceo Scientifico Volta all'istituto Tecnico Pascal. Quest'ultimo il prossimo 13 gennaio ospiterà i magistrati Ludovico Vaccaro e Antonio Buccaro per il Legality Day.
100 passi verso il 21 marzo è invece l'iniziativa che vedrà Don Ciotti a Foggia il 15 e 16 gennaio: un mini tour del Presidente di Libera in Capitanata. In mattinata il faccia a faccia con gli studenti e nel pomeriggio il confronto con le realtà dell’associazionismo, al fine di costruire una rete ancora più solida e raccogliere proposte attraverso diversi momenti di incontro.

“Sarà l’occasione – spiega il coordinatore provinciale di Libera, Sasy Spinelli - per dare forza al percorso che si sta creando verso la giornata nazionale del 21 marzo e che deve continuare per promuovere ancora e insieme una battaglia culturale e di giustizia sociale nelle nostre comunità, in tutta la Puglia”.  Ha già preso il via, invece, all'Auditorium Santa Chiara, la rassegna cinematografica Libera la mente con Cinemafelix, per offrire con ben 11 film un viaggio ricco di riflessioni sui temi legati alla lotta alle mafie



Commenta l'articolo