CULTURA

FOTO Laureati in cerca di occupazione? A Foggia il primo Salone del Lavoro

Laureati in cerca di occupazione? A Foggia il primo Salone del Lavoro

FOGGIA,

Enti, aziende, stakeholder, startupper e neo laureati tutti attorno a un tavolo. Anzi, più di uno. E' la scommessa dell'Università degli Studi di Foggia che per contrastare la disoccupazione giovanile e l'emigrazione intellettuale scende in campo con il primo Salone del Lavoro e della Creatività, dal 15 al 17 maggio al Quartiere Fieristico di Foggia. Iniziativa senza precedenti – garantiscono dal Palazzo Ateneo: “Si tratta di un’edizione sperimentale, una sorta di “numero zero” - è il commento del Rettore Maurizio Ricci - in cui sperimenteremo soprattutto la capacità degli studenti di mettersi in gioco, di mostrarsi per ciò che sono e per ciò che sanno fare”. 

Il pianeta lavoro secondo quanto prospettato dall'ateneo foggiano non sarà più un campo sconosciuto: il Salone – al quale sta collaborando attivamente la Regione Puglia - favorirà di certo un confronto specifico, tecnico, scientifico oltre che generazionale. Una vetrina rivolta ai laureati e ai neo diplomati. La formula della Fiera prevede  box destinati a incontri e colloqui e open space per pubbliche relazioni: spazio alla creatività degli sturtupper, convegni e dibattiti sul tema, ed ancora tutto quello che ha a che fare con le necessità di chi (una volta uscito dall’Università) si trova di fronte al dilemma del “che cosa fare?”.

Per la realizzazione del Salone hanno garantito patrocinio istituzionale e partenariato Provincia e Comune di Foggia, oltre alle associazioni di categoria Camera di Commercio, Confcommercio, Confindustria di Foggia che contribuiranno, invece, al collegamento col territorio e al dialogo col tessuto socio-economico sia territoriale che nazionale.

 

L’adesione di altre accademie, insieme a quella delle imprese provenienti da altre regioni italiane, garantirà agli studenti interlocutori esperti e soprattutto affidabili con cui discutere di lavoro a tutto campo. Senza contare i colloqui, le finestre di approfondimento e le call che si terranno dal vivo durante i giorni del Salone, il cui obiettivo principale resta quello di creare un legame tra domanda (molto spesso sommersa, se non sconosciuta) e offerta. 

Per le adesioni crealavoro@unifg.it 

 

 

 



Commenta l'articolo