POLITICA

FOTO Emiliano a Foggia: "Qui la migliore squadra. Noi non candidiamo i parenti"

Emiliano a Foggia: "Qui la migliore squadra. Noi non candidiamo i parenti"

FOGGIA,

"Faccio prima di tutto il presidente della Puglia, pertanto ho tempo di fare campagna elettorale per il mio partito e per il centrosinistra solo il sabato e la domenica, sacrificando famiglia e tempo libero". Michele Emiliano, ieri a Lecce, oggi a Foggia per tirare la volata a Lia Azzarone e Massimo Russo, ma anche a tutti gli altri candidati del centrosinistra. "La Capitanata oggi è una provincia che si fa sentire ed è capace di farsi ascoltare non solo in Puglia ma anche nel resto d'Italia. Il PD in Capitanata esprime l'impronta politico del partito regionale. A Foggia, questo grande laboratorio politico, ha aperto a tutta la cittadinanza selezionandola per merito. Il Pd è una grande comunità aperta, dove nessuno si sente un dio minore. Il rapporto con il civismo dauno è una storia meravigliosa che tutti ci invidiano. il modello Foggia funziona, ed è proprio sull'asse PD-società civile  che abbiamo costruito le nostre vittorie e quelle del territorio". Emiliano, nel comitato elettorale di Lia Azzarone e Massimo Russo, ha poi risposto alle domande dei cronisti, spaziando da un argomento all'altro. Berlusconi?  mi è molto simpatico, quel poverino è rimasto solo e fa fin troppo per l'età che si ritrova. Il centrodestra a Foggia ha perso una grande occasione per candidare una forte personalità, invece si presenta con una parente del sindaco.  Possibile che una città come Foggia non abbia nulla di meglio che  un membro della famiglia della sua leadership? Da noi queste cose non esistono. Il PD non candida parenti. Ecco perchè i foggiani mai come in questa occasione hanno l'occasione di votare una persona straordinaria come Lia Azzarone. La stessa cosa vale per gli altri candidati, da Colomba Mongiello a Massimo Russo e Rosario Cusmai. Una squadra di persone capaci di ben rappresentare la Capitanata in Parlamento". Il presidente della Puglia poi affronta il tema dell'astensionismo e dei cittadini delusi e arrabbiati. "Molta gente mi dice che non vuole votare per il PD perchè delusa da Renzi. Non sbagliamo, votiamo per il PD e per i partiti di centrosinistra. Non ci sono alternative. Il Movimento 5 Stelle? Mi dispiace anche per loro, per i quali nutro la stessa simpatia che provo per Berlusconi. Basti pensare che gli avevo offerto anche tre assessorati che loro non hanno voluto. Brava gente, ragazzi che vogliono dare una mano, ma che contestano e criticano tutti coloro che la pensano alla stessa maniera. Loro sono gli onesti, gli altri ladri di autoradio".



Commenta l'articolo