SANITÀ

FOTO Assegni di cura: dalla ASL Foggia la liquidazione delle mensilità arretrate

Assegni di cura: dalla ASL Foggia la liquidazione delle mensilità arretrate

FOGGIA,

La ASL Foggia sta procedendo alla liquidazione degli assegni di cura. Lo annuncia il Direttore Generale Vito Piazzolla che ha autorizzato l’erogazione delle mensilità arretrate, a partire dallo scorso luglio, degli assegni di cura agli utenti gravissimi o in condizione di gravissima non autosufficienza, dichiarati ammissibili al beneficio. L’Azienda procederà per tranche, nel rispetto delle risorse finanziarie messe a disposizione dalla Regione Puglia.
La prima quota finanziaria assegnata alla ASL Foggia a copertura parziale della spesa ammonta a 2.172.000 euro. I primi fondi saranno erogati a favore delle persone già note ai servizi sanitari per le quali i Direttori dei Distretti, a completamento delle procedure amministrative effettuate dal Responsabile Unico del Procedimento, hanno concluso l’iter sanitario, riclassificando l’utenza e dichiarandone l’ammissibilità al beneficio.
Il Responsabile del procedimento ha già pubblicato la determina n. 2165 del 20 febbraio 2018 con la quale vengono erogati i contributi a circa cinquanta aventi diritto. A breve, concluse le procedure di accreditamento delle somme, riceveranno l’Assegno di cura.
L’assegno è un sussidio economico mensile pari a mille euro, finalizzato all’assistenza e cura a domicilio di persone in condizione di gravissima disabilità che, non essendo in grado di compiere autonomamente gli atti quotidiani della vita, hanno bisogno di un’assistenza continua. Obiettivo dell’assegno di cura è la promozione della domiciliarità mantenendo le persone all’interno del proprio contesto familiare e sociale e riducendo, di conseguenza, il ricorso ai ricoveri in strutture residenziali.



Commenta l'articolo