POLITICA

M5S Puglia restituisce 400mila euro a favore della sanità e diritto allo studio

FOGGIA,

Ammonta a 390.500,53 euro il totale degli importi accantonati dagli otto consiglieri del M5S nei primi due anni e mezzo di mandato. Questa mattina il nuovo maxi assegno è stato simbolicamente consegnato ai pugliesi nel corso di una conferenza stampa in cui i consiglieri Rosa Barone (che ha restituito 46mila euro), Gianluca Bozzetti, Cristian Casili, Mario Conca, Grazia Di Bari, Marco Galante, Antonella Laricchia e Antonio Trevisi hanno illustrato gli interventi realizzati finora grazie al taglio degli stipendi dei primi 12 mesi di mandato e annunciato le nuove iniziative da finanziare.

Con il primo Restitution Day i consiglieri cinquestelle hanno destinato 132.790€ per acquistare sale cinema, macchinari e attrezzature donate ai reparti di pediatria di ospedali e strutture sanitarie pugliesi. 

Tra le donazioni in Capitanata si segnalano le 3  sale cinema nei reparti pediatrici degli “Ospedali Riuniti” di Foggia e del “Tatarella di Cerignola” e all’ospedale Masselli di San Severo che ha ricevuto anche il contributo per l’acquisto di un gastroscopio nel reparto di pediatria. 

Dopo la sanità la scuola:  "i nuovi fondi, circa € 257.709,80, che abbiamo accumulato grazie al taglio dei nostri stipendi - hanno dichiarato i pentastellati -  vorremmo destinarli alle scuole pugliesi e anche questa volta decideremo insieme ai cittadini a quali iniziative o progetti destinare ai fondi, attraverso un contest pubblico che abbiamo chiamato “FacciAmo Scuola”. Fino al 31 marzo sarà infatti chiunque potrà segnalare qualsiasi tipo di idea, necessità o progetto per una scuola in particolare o per tutte le scuole pugliesi collegandosi all’indirizzo www.puglia5stelle.it/facciamoscuola. Invitiamo tutti i cittadini e soprattutto dirigenti scolastici, docenti e studenti ad inviarci le loro proposte.” Tutte le proposte verranno poi esaminate dal gruppo del M5S Puglia, che deciderà a quali progetti destinare il finanziamento.

Video



Commenta l'articolo