POLITICA

FOTO Elezioni 2018, Coldiretti Foggia propone il Manifesto Politico al centrosinistra

Elezioni 2018, Coldiretti Foggia propone il Manifesto Politico al centrosinistra

FOGGIA,

Coldiretti Foggia e le elezioni politiche del 4 marzo. E' iniziato con i candidati del centrosinistra il programma di incontri che Coldiretti ha organizzato per presentare il Manifesto Politico.  Cinque  le priorità indicate  nel Manifesto di Coldiretti: Etichettatura obbligatoria, istituzione di un Ministero ad hoc per il cibo, semplificazione delle pratiche in agricoltura, trasparenza sulle importazioni e norme rigorose contro i reati agroalimentari. Ad illustrarle sono stati il presidente di Coldiretti Foggia, Giuseppe De Filippo e il direttore, Marino Pilati.

Il documento indica le prime cinque misure che il prossimo Governo dovrebbe adottare per lo sviluppo del settore agricolo e agroalimentare nei primi 100 giorni di legislatura, a cui la Coldiretti di Foggia aggiungerà i temi centrali della sicurezza nelle campagne, della fauna selvatica, della Diga di Piano dei Limiti, oltre alla firma contro il CETA, l’accordo di libero scambio che, se dovesse essere ratificato dal futuro Governo, avrebbe nefasti effetti soprattutto sulla cerealicoltura, settore leader in  Capitanata e una dura presa di posizione contro il cibo falso, accompagnata dall’avvio di una mobilitazione popolare nei confronti dell’Unione Europea per fermare il cibo falso #stopcibofalso e proteggere la salute, tutelare l’economia, fermare le speculazioni e difendere l’agricoltura. All'incontro erano presenti Lia Azzarone, Massimo Russo e Michele Bordo, tutti d'accordo ad accettare le proposte di Coldiretti e a firmare il Manifesto.

 

Video



Commenta l'articolo