POLITICA

Elezioni 2018, centrodestra unito e compatto: "Vinceremo in tutti i collegi"

FOGGIA,

C’era la folla delle grandi occasioni nella convention di chiusura della campagna elettorale della coalizione di centro destra, che si è tenuta nella prima serata di ieri, 28 febbraio, presso l’auditorium dell’Amgas.

Tutte occupate le 350 poltrone e le centinaia di posti in piedi, per un incontro tra simpatizzanti, iscritti ai partiti e candidati, che ha parzialmente bloccato il traffico di via Manfredi.

Numerosi coloro che sono rimasti all’esterno e nell’atrio adiacente l’auditorium.

Il calore e l’entusiasmo per un progetto politico che si propone di offrire stabilità e concretezza al paese, con la sua Flat tax (determinata a ridurre pressione fiscale), le pensioni minime (per cui si è stabilito un innalzamento), e le risoluzioni ideate per risolvere la piaga dell’immigrazione, sono decisamente piaciute alla città, che si affollata entusiasta alla presentazione di capigruppo e candidati.

In prima fila, a prendere il microfono per un saluto ai presenti, Barbara Matera, europarlamentare, Giannicola De Leonardis, consigliere regionale, Paolo Agostinacchio, ex sindaco e politico di lungo corso, Franco Landella, attuale sindaco di Foggia, Lucio Miranda, presidente del Consiglio comunale, Franco Di Giuseppe, ex parlamentare, Giandonato La Salandra, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Silvano Contini, della Lega.

Sul palco erano seduti i candidati al proporzionale, insieme alle due candidate ai collegi uninominali della Camera e del Senato, che in altri incontri hanno amato definirsi le due facce della stessa medaglia, in rappresentanza del mondo della militanza politica e della imprenditoria: Michaela Di Donna Antonella Spezzati.

“La mutazione genetica che mi ha trasformato da donna della società a figura politica, si è compiuto in pochissimo tempo”, ha affermato la Spezzati, che ha poi detto di credere e lavorare seriamente per l’incarico da senatrice, rassicurando la platea e invitandola a dare fiducia alla sua figura di persona per bene, che si spenderà per il territorio.

Motivata, determinata, esperta e grintosa la candidata alla Camera Michaela Di Donna, che vanta una lunga militanza politica che l’ha vista presente nelle sedi di partito quando era poco più che una ragazzina, oltre che prima dei non eletti alle scorse elezioni regionali. Elezioni per cui ha incassato oltre 7mila preferenze.

“Tra i problemi da risolvere nella nostra terra, di sicuro c’è quello delle infrastrutture: penso alle strade e a quell’aeroporto per cui il presidente Emiliano, da molti mesi, ha promesso (ma di fatto non ha offerto) soluzioni. Noi siamo la Capitanata, e io rivendico il diritto di avere una terra migliore. Noi vogliamo andare a Roma non per occupare una poltrona, ma per occuparci della nostra terra”.

Sul palco, insieme alla Di Donna ed alla Spezzati, Angelo CeraAnna La MedicaRaffaele De MauroGianvito CasarellaJoseph SplendidoFabio Valerio e Dario Damiani,

A condurre la serata la presentatrice Flora Baldi.

 

 

 



Commenta l'articolo