CITTÀ

FOTO PSR, le dichiarazioni di Coldiretti scatenano l'ira dei presidenti dei GAL

PSR, le dichiarazioni di Coldiretti scatenano l'ira dei presidenti dei GAL

FOGGIA,

A seguito della riunione del 19/03/2018 tenutasi a Bari, presso l’Assessorato delle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia alla presenza dell’assessore Leonardo di Gioia, l’Autorità di Gestione, Gianluca Nardone, e il partenariato socio-economico del PSR Puglia 2014-2020, nel corso della quale, Coldiretti Puglia, per voce dei suoi rappresentanti regionali, ha fortemente chiesto il trasferimento di risorse dalla Misura 19, destinata ai GAL, alle misure a favore dei giovani agricoltori che al momento vedono un numero di domande di finanziamento superiori rispetto ai risorse stanziate, il Coordinamento dei GAL pugliesi in rappresentanza dei 23 Gruppi di Azione Locali presenti in Puglia, specifica quanto segue:

  • I Gruppi di Azione Locale pugliesi hanno già subito una decurtazione di oltre il 50% delle risorse rispetto alla programmazione precedente;
  • Le richieste dei GAL sulla Misura 19 erano eccedenti di oltre 120 milioni di euro rispetto alla dotazione finanziaria assegnata e ripartita agli stessi;
  • I criteri di selezione del bando Misura 19 hanno previsto un nuovo assetto societario  dei GAL,  riconoscendo alle Associazioni Datoriali Agricole un ruolo di primaria importanza e che tale obbligo di adeguamento ha comportato per i GAL uno notevole impegno economico aggiuntivo di cui si sono fatti carico i singoli Consigli di Amministrazione, tramite richieste di anticipazione di tali somme ad Istituti bancari;
  • Nelle fase di confronto e discussione del partenariato socio-economico, che ha stabilito la riduzione della dotazione finanziaria della Misura 19,  erano presenti tutti i rappresentanti delle Associazioni Datoriali Agricole, tra cui Coldiretti, che hanno partecipato a tale decisione.
  • In questa fase, è utile ricordare che le risorse destinate ai GAL a favore dei territori rurali pugliesi favoriscono la crescita di servizi essenziali per garantire una migliore qualità della vita delle comunità locali.

L’occasione è utile per specificare, inoltre, che nei Piani di Azione Locale sono presenti azioni destinate alle aziende agricole pugliesi di piccole dimensioni, prive dei requisiti per accedere al PSR Puglia. Tali azioni, emerse dall’ascolto degli attori del mondo agricolo, sono finalizzate all’incremento del reddito, all’innovazione delle aziende e alla valorizzazione delle produzioni autoctone dei singoli territori.

 

Infine, è necessario ricordare con forza che, a margine di un’attenta procedura di selezione, sono stati valutati e ammessi a finanziamento n. 23 GAL , ognuno dei quali, nel maggio 2017, ha sottoscritto apposita Convenzione con la Regione Puglia per le Misure 19.2 e 19.4 con l’ assegnazione delle relative risorse.

 

Per le motivazioni riportate,  il Coordinamento dei GAL pugliesi richiama ogni singola parte al senso di responsabilità e auspica una risoluzione delle problematiche nel rispetto delle parti e del lavoro di ciascuno, consapevoli che un taglio in questa direzione sarebbe devastante oltreché inefficace per il raggiungimento di qualsiasi obiettivo regionale e comunitario.

 

Si invita, infine, l’assessore di Gioia, peraltro già impegnato responsabilmente in una fase di mediazione tra le diverse posizioni, a voler imprimere una decisiva accelerazione per permettere ai GAL di avviare le attività previste nei PAL già fortemente compromesse dai ritardi finora accumulati per i motivi più diversi, responsabilizzando oltremodo la Struttura tecnica regionale.

Si auspica, inoltre, che venga verificata, in tempi brevi, la possibilità di reperire risorse aggiuntive per l’agricoltura pugliese.

 



Commenta l'articolo