POLITICA

FOTO Pedesubappenninica Candela-Poggio Imperiale, il PSI rilancia il progetto

Pedesubappenninica Candela-Poggio Imperiale, il PSI rilancia il progetto

FOGGIA,

Il Partito Socialista prosegue senza sosta la sua battaglia per la realizzazione della Strada Regionale 1 per collegare i caselli autostradali di Candela (A 16)  e Poggio Imperiale (A 14) migliorando la viabilità dei piccoli comuni. “Dopo aver annunciato l'iniziativa – spiega il segretario provinciale PSI, Michele Santarelli – sono stati tanti i sindaci del territorio che ci hanno annunciato la loro adesione. Ora attendiamo solo che il presidente della Provincia Francesco Miglio accetti il nostro invito ad avviare un tavolo di confronto interessando anche la Regione”. Nei giorni scorsi infatti il PSI ha chiesto al Presidente di palazzo Dogana di rispolverare il progetto già approvato nel 2011 e promuovere un tavolo tecnico di confronto con i sindaci del territorio e la Regione per sensibilizzare il Governo e finanziare l'infrastruttura.

Dopo il comune di Castelluccio Valmaggiore, che con l'assessore socialista Pasquale Marchese è stato tra i protagonisti dell'iniziativa anche il sindaco del comune di Alberona, Leonardo De Matthaeis, i consiglieri comunali di Alberona Antonio Ricciardi e Carlo Giuseppe Marucci, il sindaco del comune di Orsara, Tommaso Lecce, il sindaco del comune di Bovino, Michele Dedda e il sindaco di Casalnuovo Monterotaro, Pasquale De Vita si sono attivati a sostegno dell'iniziativa.

“Abbiamo sempre creduto – concludono i sindaci Leonardo De Matthaeis, Tommaso Lecce, Michele Dedda e Pasquale De Vita – nella necessità di realizzare questa infrastruttura fondamentale per lo sviluppo del territorio. La strada Regionale 1, infatti, può portare un concreto miglioramento alla viabilità interna del Subappennino Dauno per i residenti, per le attività produttive e per i tanti turisti che potrebbero recarsi sul territorio ma che allo stato attuale sono sfiduciati dalle condizioni disastrose in cui versano molte delle nostre strade. Ci auguriamo pertanto che venga al più presto ripreso l'iter per la realizzazione di un progetto esecutivo così da accedere ai finanziamenti CIPE”.



Commenta l'articolo