CITTÀ

FOTO Nasce la rete dei siti Unesco di Puglia

Nasce la rete dei siti Unesco di Puglia

FOGGIA,

Parte un’esperienza pilota di rete dei siti Unesco di Puglia. La Regione ha approvato, con delibera di giunta del 19 giugno scorso, un atto di intesa che avvia la sperimentazione di un piano di gestione integrato dei siti pugliesi Patrimonio dell’umanità. 

L’intesa tra gli enti titolari e gestori dei siti UNESCO, che è stata sottoscritta, formalizza un accordo tra le amministrazioni di Alberobello, Andria, Monte Sant’Angelo, che festeggia il settimo anno dal primo riconoscimento, e Matera, oltre al Parco Nazionale del Gargano, Parco Nazionale dell’Alta Murgia e Polo Museale della Puglia. 

L’obiettivo – ha spiegato l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, durante la conferenza stampa in Regione – “è realizzare iniziative e proposte di fruibilità dei siti Unesco con itinerari e servizi integrati, in cooperazione con il MIBACT”. Secondo l’assessore infatti i siti pugliesi vanno“raccontati e vissuti come una esperienza coinvolgente”. E questo sarà possibile– assicura l’Agenzia Regionale del Turismo – “grazie  anche alle nuove tecnologie e a modalità di fruizione innovative per  far calare i visitatori nel mondo e nella storia di cui i siti Unesco rappresentano una meravigliosa testimonianza”. L’atto di intesa costituisce la base operativa per la presentazione, entro la scadenza fissata per il 26 giugno prossimo, di un progetto che si candida ad intercettare i finanziamenti nazionali. 



Commenta l'articolo