CRONACA

FOTO Ennesima aggressione in carcere a Foggia:detenuto lancia sgabello contro agente

Ennesima aggressione in carcere a Foggia:detenuto lancia sgabello contro agente

FOGGIA,

Ennesima aggressione in carcere a Foggia. L’episodio è avvenuto nella sala colloqui, alla presenza di altri detenuti, familiari e bambini.

Verso le ore 15 un detenuto di circa 40 anni di Trani al richiamo dell’assistente  di polizia penitenziaria al rispetto delle norme che regolano i colloqui dei detenuti con i familiari, ha reagito aggredendolo e lanciandogli contro uno sgabello. Ad allertare gli altri agenti sono state le  grida della vittima: l’uomo è stato accompagnato al pronto soccorso con una prognosi di 15 giorni.

Il SAPPE ritiene inaccettabile  che nella sala colloqui di un carcere dove ci sono familiari, persone adulte e bambini  possano accadere queste cose: “Questo delinquente - è il duro commento del sindacato - era da poco giunto a Foggia allontanato da un altre  carceri pugliesi proprio per episodi analoghi”. 

Purtroppo i detenuti diventano sempre più violenti”, aggiunge ancora il Segretario Nazionale Pilagatti.   

Perché nei confronti di questi facinorosi non vengono poste in essere le misure tese ad annullare tali pericoli, utilizzando quando previsto dalla legge in tali occasioni?”, chiede ancora il SAPPE. 

Nei giorni  scorsi il sindacato “ha portato nuovamente all’attenzione del Capo del  Personale  BUFFA a Roma la grave situazione organica che si vive in Puglia ove il sovraffollamento  dei detenuti ha superato il 60%, mentre la carenza organica , secondo i loro stessi dati,  è di almeno 500 agenti”.

Se a Roma non ci ascolteranno sarà un estate molto calda   nelle carceri pugliesi” spiega ancora Pelagatti che chiede “nuovamente che anche ai poliziotti penitenziari , così come alle forze dell’ordine, vengano date in dotazioni  gli spray urticanti o le pistole elettriche quale deterrente,   e nel contempo difendersi  dalle aggressioni che ogni giorno che passa diventano sempre più numerose e violente”



Commenta l'articolo