SPETTACOLO

L'arte di Petrilli tra teatro ed erotismo. Domani a Lucera

LUCERA,

Torna l'inedita serata che porta la doppia firma di Giuseppe Petrilli e Teatro dei Limoni: a Lucera andrà in scena domani sera alle 21 nella Galleria Manfredi “In The Mirror” e “Unseen”, da una parte le opere straordinarie dell'artista lucerino, apprezzato in tutto il mondo per la pittura, l’illustrazione, la digital-art e la fotografia - e dall'altra la performance di teatro fisico a cura di Maggie Salice.

Petrilli e l'attrice foggiana sono i due protagonisti della serata organizzata in collaborazione con il Teatro dei Limoni: si ricorda il successo riscosso a Foggia durante la prima esibizione lo scorso ottobre. A curare i testi di In the mirror è stato Tony di Corcia, giornalista e scrittore. "Chi ha detto che Eros è morto? Interrompete la funzione funebre, quel nanerottolo con le ali è più vivo che mai. Certo - scrive di Corcia -  rifugge gli sguardi della folla e si nasconde, segue percorsi tutti suoi e detesta luci e clamori, come ci ha insegnato Apuleio. 
Nell’era dei selfie, quelli che un tempo si chiamavano autoscatti e fecero la fortuna di riviste che oggi paiono terribilmente obsolete e fanno quasi tenerezza, la seduzione è stata svuotata di ogni intensità, appiattita dall’assenza di naturalezza e spontaneità e, siccome queste immagini tutte uguali e tutte tristissime invadono la nostra società grazie alla prepotenza dei social network, il pennuto armato di arco e dardi infuocati si è rifugiato negli sguardi, tra le pieghe, nella carne, tra i capelli e i corpi delle donne ritratte da Giuseppe Petrilli".
A Lucera l’iniziativa sarà introdotta da Antonino Foti, docente dell'Accademia di Belle Arti di Foggia e organizzatore di Ugallery.

In mostra le opere erotiche che ormai occupano da anni quasi tutta la produzione di Petrilli: le donne 'catturate' in quelli che sono qualcosa di più di semplici autoscatti. 
 



Commenta l'articolo