SPETTACOLO

Si alza il sipario sulla 64esima ed. del Carnevale di Manfredonia

MANFREDONIA,

Un tappeto variopinto di pois di carta ricopre totalmente il viale che introduce a Manfredonia. E’ il segnale che la 64esima edizione del Carnevale ha rotto gli indugi ed è cominciata. Persino accolta da un sole splendente, fino a ieri sera considerato un miraggio, con nuvole e scrosci improvvisi d’acqua che hanno minacciato fino all’ultimo la bellezza dell’atteso ‘taglio del nastro’, a tal punto da sorprendere questa mattina l’intero staff dell’Agenzia del Turismo. Lo scenario che si apre in piazza Marconi è quello delle grandi occasioni: ora che tutte le pedine sono al loro posto (cortei mascherati, tribune colme e file di spettatori) alla kermesse non resta che fare la prima mossa.

Lo fa introducendo gli attori protagonisti, le istituzioni - dal sindaco Angelo Riccardi al ‘direttore artistico’ Saverio Mazzone, dal Vicepresidente del Consiglio regionale Giandiego Gatta al Presidente del Parco del Gargano Stefano Pecorella – e i volti noti della tv Michele Cucuzza, storico conduttore di Rai1 e Mary de Gennaro, di TeleNorba - chiamati a condurre la giornata inaugurale tutta dedicata al gran ritorno della coloratissima Parata delle Meraviglie. Le scuole schierano i loro fiori all’occhiello: gli alunni.

Ad introdurre la nuova edizione del Carnevale – che animerà il centro sipontino fino al 5 marzo - anche la speaker di Radionorba Claudia Cesaroni accompagnata da Felice Sblendorio, ma anche “I Forbicioni”: il duo porta in scena il loro caratteristico brio che rende ancora più frizzante l’appuntamento più goliardico dell’anno!

Il tempo corre veloce, le mascherine del Carnevale fremono per sfilare e fare il loro ingresso sul ‘palco’ a cielo aperto allestito in piazza Marconi. Scalpitano in fila per sfoggiare i loro costumi cuciti con sartorialità ed estro: tutti con fine pedagogico. La Gran Parata delle Meraviglie non è semplicemente una sfilata, ma l’occasione per raccontare una storia e svelarne il significato. Ogni scuola ha fatto la sua scelta: l’Istituto Comprensivo di Zapponeta e Borgo Mezzanone con ‘Il Regno di Riciclandia’, l’Istituto Comprensivo Perotto - Orsini e ‘Ze’ Peppe nel Mondo sommerso di Atlantide’, l’Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco con ‘Acque, fuche, terre, arije’, l’Istituto Comprensivo Don Milani Uno e Maiorano e ‘L’Arte de cusi’ e l’arte de ricame’!’, l’Istituto Comprensivo Croce-Mozzillo con ‘I cavallucci marini, un tesoro perduto’ ed infine l’Istituto Comprensivo Giordani - De Sanctis con ‘I sogni son Desideri’.

La musica a tema li solletica, i coriandoli e l’euforia fanno il resto. Baciati dal sole, i piccoli e le piccole maschere ballano e portano in scena la loro parte più bella, la spensieratezza.

La lunga festa, a Manfredonia, è appena cominciata. 

(Foto di Leonardo Ciuffreda)

Video



Commenta l'articolo