CRONACA

FOTO Vigilanza in mare: oltre 100 i controlli della Guardia Costiera di Manfredonia

Vigilanza in mare: oltre 100 i controlli della Guardia Costiera di Manfredonia

MANFREDONIA,

Sono stati più di 100 i controlli espletati dalla Guardia Costiera di Manfredonia nell’ambito dell'operazione nazionale denominata MARE SICURO. Circa 300 sono stati i km percorsi via terra e circa 240 le miglia effettuate per pattugliamento attraverso le unità navali dipendenti. 4 gli illeciti amministrativi contestati per un importo complessivo di 4100 euro circa, mentre 8 sono stati gli illeciti penali notiziati alla competente Autorità Giudiziaria per reati in materia demaniale, a cui si aggiunge un sequestro preventivo di 12 gazebo in legno presso uno stabilimento balneare in località Ippocampo.

Le violazioni amministrative hanno riguardato principalmente l’inosservanza dei divieti previsti nelle vigenti Ordinanze ove, si ricorda che, novità di questo anno, è l’obbligatorio dotare lo stabilimento balneare di un defibrillatore (DEA) utilizzato da personale abilitato all’uso e di un apposito angolo nursery debitamente attrezzato. Ricade, inoltre, in capo ai concessionari degli stabilimenti l’onere di predisporre e mantenere in perfetta e costante efficienza l’organizzazione del servizio di salvamento, secondo le modalità individuate dai provvedimenti vigenti, nonché quello di procedere alla delimitazione dei corridoi di lancio ed al posizionamento delle boe indicanti il limite delle acque sicure e delle acque riservate alla balneazione.
La Capitaneria di Porto di Manfredonia ricorda la fascia oraria per l’utilizzo delle moto d’acqua (acquascooter e affini):  nello specifico è vietato l'uso delle moto d’acqua nelle fasce orarie dalle 11:00 alle 13:00, e dalle ore 15:00 alle ore 17:00.

L’attività di polizia, preventiva e repressiva, proseguirà senza sosta durante tutta la stagione estiva. La Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Manfredonia opera 24 ore al giorno e può essere contattata attraverso il numero 0884/583871 e per la sola segnalazione delle emergenze, attraverso il numero blu per le emergenze in mare“1530”, gratuito e disponibile sia da rete fissa che mobile, al quale sarà possibile inoltrare eventuali richieste di soccorso.



Commenta l'articolo