POLITICA

FOTO Eolico Golfo di Manfredonia, Bordo: No a quel progetto. No a Energas

Eolico Golfo di Manfredonia, Bordo: No a quel progetto. No a Energas

MANFREDONIA,

"Gli attivisti e gli elettori del M5S contrari agli impianti eolici offshore al largo della costa di Margherita di Savoia, Zapponeta e Manfredonia ora sanno chi non votare il 4 marzo". Lo afferma l'on. Michele Bordo, presidente della Commissione Politiche UE della Camera e candidato del centrosinistra nel collegio Manfredonia-Cerignola, commentando la notizia diffusa dalla stampa sul coinvolgimento attivo di Ruggiero Quarto, candidato grillino al Senato nel collegio uninominale di Barletta, nella progettazione del mega impianto della multinazionale Trevi.

"Mentre io e tanti altri ci siamo impegnati per scongiurare l'insediamento del deposito di GPL dell'Energas nel territorio manfredoniano e abbiamo dichiarato di volerci impegnare per contrastare quest'altra aggressione al nostro mare - continua Bordo - il professor Quarto prestava, legittimamente, la propria consulenza professionale per avvalorare la bontà di un progetto che si vorrebbe localizzare in uno specchio d'acqua strategico per le marinerie di Margherita di Savoia, Manfredonia e Barletta.

Al contrario, penso e sostengo che il Mare Adriatico non debba essere utilizzato per scopi diversi dalla pesca, dal turismo, dalla preservazione dell'ecosistema. Su questi comparti economici si concentra buona parte delle programmazioni infrastrutturali, degli investimenti privati e delle risorse finanziarie europee, nazionali e regionali destinate alla promozione dello sviluppo e dell’occupazione.

Il primo obiettivo, allora, deve essere preservare il Golfo di Manfredonia dalle attività industriali potenzialmente inquinanti e pericolose. Lo abbiamo già fatto bloccando la costruzione del deposito di GPL dell'Energas e lo faremo bloccando i parchi eolici offshore che si vorrebbero realizzare al largo di Margherita di Savoia.

Io ci ho messo la faccia in occasione del referendum manfredoniano e ce l'ho messa assumendo l'impegno politico #NoOffshore quando ho incontrato i pescatori e i balneari del Comune salinaro.

Al contrario, sempre più candidati del M5S svelano la loro ipocrisia e inaffidabilità - conclude Bordo - che, mi auguro, sarà punita dagli elettori del movimento che tengono davvero all'ambiente e alla buona politica".

 



Commenta l'articolo