POLITICA

FOTO Orta Nova, Tarantino passa a Fratelli d'Italia: "Ora uniamo il centrodestra"

Orta Nova, Tarantino passa a Fratelli d'Italia: "Ora uniamo il centrodestra"

ORTA NOVA,

 Il sindaco di Orta Nova, Gerardo Tarantino, aderisce ufficialmente a Fratelli d'Italia. Con lui, l'assessore al Bilancio, Maria Michela Marseglia, ad aggiungersi a quello al Personale ed Attività produttive, Alessandro Paglialonga, meloniano della prima ora. Venerdì mattina, la conferenza stampa nell'aula consiliare del Palazzo di Città, alla presenza del coordinatore del movimento di Giorgia Meloni nei Reali Siti Ercole Costa, del portavoce provinciale Giandonato La Salandra, e di quello regionale Marcello Gemmato. IL BENVENUTO DEL PARTITO | “Oggi la nostra comunità provinciale deve gioire per il ritorno a casa di Tarantino – ha osservato Costa – , un sindaco di lunga militanza a destra, che sceglie l'adesione ad un partito in crescita in ogni Comune della Capitanata”. “Diamo il benvenuto a Tarantino e l'assessore Marseglia – ha commentato La Salandra – aspettando i nuovi ingressi in Fratelli d'Italia di Orta Nova, a testimonianza di come il valore identitario di un partito fieramente di destra costituisca un richiamo sensibile per la costruzione di un progetto condiviso sul territorio”. “Fratelli d'Italia continua ad acquisire su tutto il territorio regionale amministratori e valide figure – è stato l'intervento del portavoce regionale Gemmato – , confermandosi partito attrattivo e che ben incarna i valori della destra che, soprattutto in Puglia, hanno da sempre rappresentato esempi di correttezza e di buon governo. A loro l'augurio di buon lavoro”. IL LAVORO SVOLTO DA FDI A ORTA NOVA | “Insieme proveremo a dare una casa alla comunità della destra ortese – ha esordito Paglialonga – che qui vanta una importante tradizione. In vista delle Politiche del 4 marzo ma anche delle prossime Comunali 2019 abbiamo tutta l'intenzione di cementare il legame tra le forze moderate del territorio, alternative alla sinistra ed alla deriva populista. Fratelli d'Italia, con Paglialonga, in Consiglio si è distinto nel campo dell'agricoltura: dalla proposta per istituire un marchio dei prodotti dei Reali Siti, agli ordini del giorno su Ttp (il trattato di libero scambio per il commercio per le economie del Pacifico) e Ceta (il trattato tra l'Ue e il Canada per l'importazione di grano). Senza dimenticare l'odg sulla mafia foggiana, “convinti che dove ci sia delinquenza non possa esserci sviluppo”. Sono stati anni di scelte importanti: alcune drastiche ed impopolari, ma necessarie, come quelle legate alla Tari ed al progetto di finanza per i nuovi loculi cimiteriali. “Agire significa talvolta esporsi a critiche – ha ammesso Paglialonga – , lo sappiamo: non per questo però ci sottraiamo alle scelte necessarie per risolvere questioni annose nella nostra città”. OBIETTIVO, RIUNIRE IL CENTRODESTRA | L'inizio della consiliatura targata Tarantino non è stato semplice. A ricordarlo, lo stesso sindaco: “Non senza difficoltà, abbiamo superato i problemi legati ai conti dell'Ente. Questo quinquennio si chiuderà in stato di salute finanziaria – ha osservato il primo cittadino e medico ospedaliero – . A breve la città sarà interessata da imponenti interventi nel settore delle opere pubbliche, dal rifacimento del manto stradale alla costruzione di nuovi loculi”. Tanto è stato fatto, ma l'avventura deve continuare: “Con l'avallo anche del partito – ha concluso il sindaco – avremo la massima disponibilità al dialogo con tutto il centrodestra ortese, per presentare alla cittadinanza una proposta programmatica unitaria e condivisa”.



Commenta l'articolo