CRONACA

Altro smacco alla criminalità organizzata garganica: trovato fucile in masseria

MONTE S.ANGELO,

Deteneva illegalmente un'arma comune da sparo modificata e relativo munizionamento. 

Raffaele Rignanese, 36enne, allevatore di Monte Sant’Angelo è stato arrestato dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Rotondo, intervenuti con l'ausilio di personale degli Squadroni Carabinieri Eliportati Sardegna e Calabria e delle unità cinofile dei nuclei di Modugno e Chieti. 

L’uomo era già segnalato nella Banca Dati delle Forze di Polizia, soggetto ritenuto vicino ad alcune famiglie appartenenti alla criminalità garganica. 

I militari, che avevano effettuato numerosi servizi di osservazione nella zona, nel corso di un servizio di controllo straordinario del territorio garganico hanno effettuato una perquisizione presso le masserie della famiglia Rignanese, dove hanno rinvenuto ben occultato all’interno di un tubo di plastica interrato, un fucile calibro 12, perfettamente efficiente, con matricola abrasa, e 30 cartucce dellostesso calibro. 

L’arma è stata scoperta grazie alla caparbietà dei Carabinieri, chehanno setacciato le aree boschive comprese nelle due masserie.

Rignanese è quindi stato condotto presso la Casa Circondarialedi Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre il fucile sarà inviato al R.I.S. per i relativi rilievi tecnici.

 



Commenta l'articolo