POLITICA

FOTO Consiglio Comunale San Severo approva tariffe e regolamento TARI 2017

Consiglio Comunale San Severo approva tariffe e regolamento TARI 2017

SAN SEVERO,

Il Consiglio Comunale di San Severo nel corso dell’ultima seduta, ha approvato le tariffe ed il regolamento TARI (Tassa sui Rifiuti) per il 2017. Lo strumento fiscale prevede la conferma di tutte le riduzioni e le agevolazioni TARI già previste nel corso dello scorso anno con l’introduzione di una nuova riduzione che corrisponde al 30% della quota variabile del tributo in favore degli esercenti che acquistano o installano quest’anno impianti di video sorveglianza con affaccio sulla pubblica via e con collegamento al Comando di Polizia Locale. “La riduzione può arrivare” - entra così nel particolare l’assessore al Bilancio Ondina Inglese - ad un massimo di 400 euro per tre anni, quindi in tutto 1200 euro. Si tratta di una agevolazione importante, per incentivare gli esercenti commerciali che ritengono di dover dotare le proprie attività del servizio di videosorveglianza, contribuendo contemporaneamente al monitoraggio della sicurezza cittadina. Il nuovo regolamento prevede anche una riduzione del 50% per persone ultra 65enni con pensione minima o equivalente, nonché per famiglie disagiate con ISEE pari a zero o con invalidi a carico. Prevista anche una riduzione del 30% della quota variabile per attività commerciali che rinunciano o non utilizzano macchine destinate al gioco d’azzardo. Esenzione totale per famiglie assistite dal comune e per abitazioni inferiori a 50 metri quadri con unico occupante. Esenzione totale, infine, anche per nuove attività commerciali e riduzione a scalare nei due anni successivi.Il Consiglio Comunale nel corso dell’ultima seduta, ha approvato le tariffe ed il regolamento TARI (Tassa sui Rifiuti) per il 2017. Lo strumento fiscale prevede la conferma di tutte le riduzioni e le agevolazioni TARI già previste nel corso dello scorso anno con l’introduzione di una nuova riduzione che corrisponde al 30% della quota variabile del tributo in favore degli esercenti che acquistano o installano quest’anno impianti di video sorveglianza con affaccio sulla pubblica via e con collegamento al Comando di Polizia Locale. “La riduzione può arrivare” - entra così nel particolare l’assessore al Bilancio Ondina Inglese - ad un massimo di 400 euro per tre anni, quindi in tutto 1200 euro. Si tratta di una agevolazione importante, per incentivare gli esercenti commerciali che ritengono di dover dotare le proprie attività del servizio di videosorveglianza, contribuendo contemporaneamente al monitoraggio della sicurezza cittadina. Il nuovo regolamento prevede anche una riduzione del 50% per persone ultra 65enni con pensione minima o equivalente, nonché per famiglie disagiate con ISEE pari a zero o con invalidi a carico. Prevista anche una riduzione del 30% della quota variabile per attività commerciali che rinunciano o non utilizzano macchine destinate al gioco d’azzardo. Esenzione totale per famiglie assistite dal comune e per abitazioni inferiori a 50 metri quadri con unico occupante. Esenzione totale, infine, anche per nuove attività commerciali e riduzione a scalare nei due anni successivi.



Commenta l'articolo