POLITICA

Furgoni-Laboratorio per il trattamento della cannabis, ecco come lavorano i clan

SAN SEVERO,

Scoperti i laboratori mobili dove si tratta la cannabis per renderla erba da fumare e da spacciare illegalmente. Non solo: grazie a questa scoperta sono stati recuperati e sequestrati 25 chili di marijuana tra Apricena e Torremaggiore.

Il ritrovamento dello stupefacente è stato possibile grazie al prezioso contributo del 6° Elinucleo di Bari, in volo sul Gargano per fornire copertura dall’alto agli equipaggi impegnati nella perlustrazione dell’area. Dall’elicottero infatti è stato possibile individuare due furgoni sospetti, apparentemente abbandonati in un area particolarmente impervia e parzialmente occultati tra la vegetazione, impossibili da notare dalla strada. Dal velivolo gli elicotteristi hanno però potuto fornire precise indicazioni ai colleghi a terra per poter raggiungere i due mezzi. Al loro interno i Carabinieri con non poca sorpresa hanno trovato diverse piante di cannabis, già riposte sugli appositi graticci per la loro essicazione, e i 25 chili di sostanza già pronta per essere immessa nel mercato, oltre a tutto l’occorrente per la lavorazione e il confezionamento della sostanza.

Dagli accertamenti esperiti dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Foggia è stato riscontrato un principio attivo che, stando alle tabelle ministeriali, è risultato idoneo alla quantificazione di 40.000 dosi, per un valore economico di circa 200.000 euro.

Sui due veicoli, trasformati di fatto in laboratori mobili per la lavorazione dello stupefacente, sono stati eseguiti diversi accertamenti per il prosieguo delle indagini, volte all’individuazione dei loro utilizzatori.

 



Commenta l'articolo