CRONACA

Perquisizioni nel fine settimana. Arrestato pregiudicato per spaccio.

SAN SEVERO,

Fine settimana molto impegnativo, quello appena trascorso, per le Forze dell’Ordine. I militari della Compagnia di San Severo, supportati dai rinforzi dell’11° Battaglione Puglia, sono stati impegnati in un imponente attività di controllo del territorio che ha riguardato principalmente il comune di San Severo, ma che ha interessato anche i centri limitrofi. Circa un centinaio i militari che si sono alternati tra venerdì e domenica nell’attività di prevenzione dei reati predatori, in particolare furti e rapine, oltre che nel controllo di esercizi pubblici. Da tempo i cittadini residenti in centro segnalavano attività sospette e per questo l’attenzione dei Carabinieri si è concentrata soprattutto in quella zona. Numerosi i posti di controllo e le ispezioni in diverse sale giochi e sale scommesse, dove sono stati identificati tutti i presenti. Nel corso dei controlli nella città Dauna, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Severo hanno arrestato Pasquale Ciliberti, 57enne sanseverese con precedenti di polizia per spaccio. L’uomo era stato notato aggirarsi in largo Sanità. Il suo atteggiamento ha insospettito i militari, di servizio in borghese, che hanno quindi deciso di seguirlo. Dopo pochi minuti di appostamento è sopraggiunto un secondo individuo che, dopo aver scambiato qualche battuta con Ciliberti, gli ha consegnato una banconota da 20 euro. Subito dopo è stato il Ciliberti a consegnare qualcosa all’individuo, che immediatamente dopo si è allontanato a bordo di un’autovettura. A quel punto, certi di aver appena assistito ad una cessione di stupefacente, i militari appostati in osservazione hanno dato indicazioni ai colleghi in uniforme che hanno intercettato l’acquirente trovandolo in possesso di una dose di hashish. Ottenuto questo riscontro, i Carabinieri in borghese sono a loro volta intervenuti bloccando il Ciliberti che è stato trovato in possesso di altra sostanza stupefacente già confezionata in dosi e 470 euro, tutte in banconote di piccolo taglio e verosimilmente provento dell’attività di spaccio. Perquisita anche l’abitazione del fermato, dove è stato trovato altro hashish, bilancini di precisione e tutto il materiale occorrente per la preparazione delle dosi. Il 57enne si trova ora agli arresti domiciliari.

Sempre a San Severo i militari del locale Comando Stazione hanno dato invece esecuzione ad un'ordinanza di carcerazione nei confronti di Luigi Minò, 33 anni. L’uomo, già agli arresti domiciliari per il reato di truffa aggravata, è stato raggiunto dai Carabinieri e trasportato in carcere, dove dovrà scontare una pena residua di 4 anni e 11 mesi.

 



Commenta l'articolo