CITTÀ

Prosegue raccolta fondi di I CARE destinata a Medici Senza Frontiere

TROIA,

La città di Troia sensibile sull'emergenza in Siria: non si ferma la raccolta fondi per Medici Senza Frontiere che sarà attiva fino al 13 gennaio grazie al coinvolgimento di tanti cittadini e di tante ragazze e ragazzi di I CARE che hanno deciso di non restare con le mani in mano e di impegnarsi contro la guerra e per aiutare feriti, sfollati e rifugiati vittime di questo folle conflitto. Un impegno, quello di I CARE, che si ripete ogni anno con le parole di Don Lorenzo Milani e con il pensiero a Mario Beccia e Angelo Ricchetti, due ragazzi scomparsi tragicamente in un incidente stradale il 28 Novembre 2010.

Oltre dieci giovani artisti e band di Troia, Foggia, Ascoli Satriano e Orta Nova si sono esibiti durante il concerto-evento di I CARE del 29 Dicembre scorso ed hanno contribuito così ad avviare la raccolta fondi per Medici Senza Frontiere.  

Tantissime sono le attività commerciali, gli studi professionali e i luoghi di aggregazione che in questi giorni hanno deciso di condividere con noi l’impegno per la raccolta fondi per Medici Senza Frontiere. I contenitori di raccolta sono un po’ ovunque in paese: nei BAR (Cluny, Bar Tonino, Caffetteria del Corso, Bar Sweet Life, Bar Mario, Skantinato 58), NEGOZI (Non solo Carta, Pro shop Domenico Zurlo, tabacchi Giulia Romano, Mille idee di Anna Maria Iacobelli, Panificio Rosiello), STUDI MEDICI (Beccia, D'Apice, De Paolis, Lo Greco, Moffa) e presso la Farmacia Fortunati. Saranno lì fino al 13 Gennaio



Commenta l'articolo