ECONOMIA

FOTO G. Lisa, Notarangelo (Federalberghi): "L'idea di Rotice non va bene al Gargano

G. Lisa, Notarangelo (Federalberghi): "L'idea di Rotice non va bene al Gargano

VIESTE,

"Sono davvero dispiaciuto che una grande Associazione come Confindustria possa cambiare idea i sull'aeroporto  G. Lisa dopo un cambio di presidenza.
E questo ve lo dice uno che a Confindustria Foggia ci è stato". E' l'amaro commento del presidente di Federalberghi Foggia e operatore turistico del Gargano, Gino Notarangelo che risponde al presidente di Confindustria, Gianni Rotice.
"Confindustria non rappresenta minimamente il turismo della provincia di Foggia perché le aziende iscritte non arrivano a 10;
il presidente non ha nessuna nozione di turismo, perché se l'avesse saprebbe che ogni struttura turistica dovrebbe essere raggiunta dall'aeroporto in massimo 90 min e quello che propone lui varrebbe solo per Foggia e forse Manfredonia dove non si fa turismo. Il 41% dei posti letto della Puglia si trova sul Gargano tra i comuni di Vieste, San Giovanni Rotondo, Peschici, Rodi Garganico, quindi impossibile da raggiungere in treno.
Confindustria sta spalleggiando la lobby del ferro, a cui la Regione ha dato 100 milioni di euro per un San Severo - Peschici - Calenella. Il treno tram Lucera - Foggia che alla Regione costa 4milioni di euro l'anno. E non è finita, con il Patto per la Puglia, altri milioni per il treno tram Foggia-Manfredonia.
Le aziende turistiche - conclude Notarangelo -  vanno avanti senza i soldi pubblici, tuttavia chiedono soltanto di essere messe nelle stesse condizioni delle loro sorelle delle province pugliesi o la nostra provincia non ne ha diritto?"

Video



Commenta l'articolo