SPORT

Orienteering 2020. Piemontese al MOC Camp: a Vieste 200 atleti internazionali

VIESTE,

Vieste presa ‘d’assalto’ da ben 200 atleti di 26 nazioni del mondo che da sabato scorso sono impegnati nel MOC (Mediterranean Open Championship) Camp – Test IOF, evento propedeutico alla candidatura del Mondiale di Orienteering 2020. “Spalancare fuori ‘stagione’ le porte delle città pugliesi del Gargano è il modo migliore per reinterpretare la nostra vocazione turistica”. E’ il saluto dell’assessore regionale allo Sport per Tutti, Raffaele Piemontese. Il MOC Camp ha legato i Comuni del Gargano, da Vieste – nel ruolo di capofila organizzativo – a Monte Sant’Angelo, da Ischitella a Rodi Garganico, poi Peschici e Vico del Gargano, oltre che l’Ente Nazionale Parco del Gargano.

La pettorina col numero 1 del MOC Campo è indossata dal campione svizzero Daniel Hubmann, 6 volte Campione del Mondo di orienteering, con 29 vittorie in gare di Coppa del Mondo. Guida una pattuglia di atleti provenienti da Austria, Belgio, Repubblica Ceka, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Ungheria, Gran Bretagna, Israele, Italia, Lituania, Lettonia, Norvegia, Nuova Zelanda, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera, Slovacchia e Turchia.

Le prove test mondiali hanno attraversato e stanno attraversato la Foresta Umbra, il Piano dell’Impiombato, ma anche i vicoli suggestivi di Rodi Garganico, Ischitella, Monte Sant’Angelo, Vico del Gargano e Peschici. La Regione Puglia sta sostenendo la candidatura del Gargano per i Mondiali di Orienteeering del 2020, inserito tra gli eventi e le manifestazioni turistiche rilevanti, individuati nella programmazione triennale regionale per lo Sport, approvata a dicembre dell’anno scorso.
Proprio in vista dei Mondiali Orienteering 2020, al MOC Camp Test IOF è presente anche la Commissione internazionale IOF (International Orienteering Federation) per le verifiche previste.



Commenta l'articolo